Skip to content

Sì ai sopralluoghi al De Nino Morandi, già accessibile ai vandali

Sulmona (Aq). Via libera della Procura della Repubblica dell’Aquila all’accesso temporaneo all’edificio del De Nino-Morandi anche se qualcuno, senza permesso, sembra sia entrato spesso e volentieri nella scuola, questa volta per imbrattare e scarabocchiare le pareti dell’edificio, l’accesso è stato forzato e alcune scritte sui muri sono datate e ricamano anche l’esterno delle pareti della struttura chiusa e abbandonata da 2 anni. 

Aggiornamento

De Nino Morandi foto Trozzi Report-age.com Il presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio De Crescentiis, sottolineando che a breve sarà convocato un incontro con il Comune di Sulmona e il dirigente scolastico Massimo Di Paolo per l’edificio scolastico sotto sequestro dal 2014, tuttora interessata da un procedimento penale. De Crescentiis dice di aver richiesto alla Procura della Repubblica dell’Aquila il dissequestro totale o parziale, o comunque la possibilità di accesso temporaneo all’edificio, in cui era aperto un cantiere per dei lavori di ricostruzione, post terremoto 2019, dalle ditte che vinsero l’appalto per l’intervento rimaste invischiate in una lunghissima inchiesta, con arresti e denunce, di cui ancora oggi la città dei confetti paga pegno. L’accesso temporaneo è per consentire di effettuare dei sopralluoghi necessari all’esclusivo rilievo dello stato di fatto della struttura per l’avvio dell’iter progettuale. Gli uffici del settore stanno già disponendo il da farsi. Per l’istituto De Nino-Morandi il decreto del 13 maggio prevede un’articolazione dei lavori in 2 lotti funzionali al fine di consentire una progressiva ripresa delle attività didattiche nell’edificio di Sulmona, in funzione anche della futura risoluzione delle vicende giudiziarie in essere.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: