Furbetti del cartellino: beccati 46 su 102 al Comune di Sulmona

Sulmona (Aq). Sono 46 su 102 i dipendenti comunali beccati, 3 sarebbero dirigenti. Un record nazionale per Sulmona, negativo per palazzo San Francesco e la città. 

Aggiornamento

Dopo aver timbrato il cartellino per cominciare a lavorare, quasi la metà dei colletti banchi del Comune peligno ha fatto altro: shopping, passeggiate, pranzi e giri in moto con il casco. I 46 dipendenti comunali dovranno rispondere delle accuse di truffa aggravata e false attestazioni o certificazioni con il badge, qualcuno ha timbrato persino con il casco in testa. Hanno potuto fare tutto questo anche grazie alle complicità. Nemmeno 7 mesi d’indagine e la Guardia di Finanza ha scoperto gli assenteisti, con video e controlli che forniscono prove inconfutabili, a quanto pare. L’indagine della Finanza è stata guidata dal sostituto procuratore del tribunale di Sulmona, Stefano Iafolla. La Procura regionale della Corte dei conti é stata chiamata a verificare quanto gli impiegati dovranno restituire per compensi percepiti illecitamente. Si farà finalmente spazio in  a chi non ha davvero  voglia di lavorare in questi uffici per far crescere questa comunità? La storia gattopardesca di un Paese come questo la conosciamo: cambia per non cambiare mai.

Appena il 28 settembre scorso 3 impiegate della Asl di Pratola Pelugna, pochi chilometri da Sulmona sono state condannate per reati analoghi, scoperti un anno fa

28.9.2016 Timbrano e si allontanano dal posto di lavoro per la spesa, lo shopping o il bar. Scoperte le 3 dipendenti del distretto sanitario di Pratola Peligna sono state denunciate dalla guardia di finanza nel settembre 2015, ora condannate dalla Corte dei Conti a risarcire la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila: 10 mila euro ognuna. Si tratta di Maria Zavarella, Sonia Tomassetti e Maria A. Benvenuto, alle quali viene contestato il danno d’immagine e che hanno già provveduto a risarcire l’azienda delle somme indebitamente percepite. Per i giudici contabili, così facendo le 3 avrebbero influito “sulla generale situazione di difficoltà di organico in cui versano notoriamente le pubbliche amministrazioni e in particolare le aziende sanitarie”.

Una risposta a "Furbetti del cartellino: beccati 46 su 102 al Comune di Sulmona"

I commenti sono chiusi.