Criminologia. Fervono i preparativi per il seminario ‘Evoluzione della pena: prima, durante e dopo. Gli effetti sulle vittime del reato’

Sulmona (Aq). Evoluzione della pena: prima, durante, dopo; gli effetti sulle vittime del reato è il titolo del V Seminario di criminologia organizzato, il 7 novembre al teatro Maria Caniglia di Sulmona, dalla International Police association, l’associazione nazionale vittime del dovere, la Uil Polizia Penitenziaria Abruzzo e la Camera penale di Sulmona Serafino Speranza. 

Evoluzione della pena: prima, durante e dopo; gli effetti sulle vittime del reato Report-age.com 2016I lavori partiranno alle ore 9.30. Già il tema del seminario svela le molteplici sfaccettature di un illecito e di una sentenza a cui inevitabilmente si legano diverse e sensibili realtà. Una pena non solo è da affrontare, ma è da accettare per chi è vittima del reato che l’ha determinata, concretizzandosi in modo più o meno rigido a seconda delle circostanze, della gravità e della capacità dei soggetti che in concreto la influenzano. Vittima e suoi familiari spesso sperano che la bilancia pesi più sulla punizione che sulla rieducazione del condannato e si augurano, in molti casi, che la pena comminata per un efferato delitto non si restringa nella lavatrice dei diversi gradi di giudizio. L’evoluzione guarda al sentimento attuale per certe azioni e considera il tempo alla stregua di un medico e di un pacificatore che può contenere e ridurre l’avversione per determinati fatti, reati e per i loro autori. L’evoluzione della pena è interconnessa alla crescita, o decrescita umana e civile. Certi reati si cancellano altri sono così ricorrenti che sembra inutile condannarli e s’inflaziona anche la pena relativa, ma il sentimento delle vittime dinanzi a questo cambiamento, anche repentino, qual è? E quando la vittima è un intero Paese che subisce le conseguenze di quel reato e di quella evoluzione della pena, cosa succede? L’evoluzione della pena può cambiare sistema e metodo rieducativo per chi deve scontare. L’argomento sarà affrontato con approfondimenti e relazioni di esperti di diritto e criminologia lunedì 7 novembre. Moderatore d’eccezione del convegno di studio sarà Eugenio Sarno, Presidente nazionale Uil PA Polizia Penitenziaria che scandirà i tempi e introdurrà ai diversi interventi dei relatori. Relatori del calibro di Maria Cristina Giannini docente dell’Università di Teramo, Giuseppe Bellelli Procuratore Capo del Tribunale di Sulmona, Mirella Agliastro Sostituto Procuratore della Corte d’Appello di Palermo, Gianmarco Cifaldi docente dell’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti, Cinzia Simonetti Avvocato penalista e componente dell’Osservatorio carceri Unione penali Italia; Emanuela Piantadosi, Presidente dell’associazione Vittime del dovere; Maria Rosaria Parruti del Tribunale di Sorveglianza dell’Aquila.

Giovanni Legnini Report-age.com 2016
Giovanni Legnini

Le conclusioni della mattinata di studio saranno affidate a Giovanni Legnini che consegnerà un riconoscimento ad Antonietta Oliva, vedova del Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria, Pasquale Campanello, vittima del dovere, in servizio a Poggioreale, Casa circondariale di Napoli, tra i penitenziari più affollati d’Italia. Vittima di un agguato, il sottufficiale degli agenti di custodia, appena 33enne e 2 figli di 2 anni e 4 mesi, l’8 febbraio 1993 è stato assassinato da 4 killer della camorra dinanzi la propria abitazione, in località Torrette di  Mercogliano, in provincia di Avellino. Il vice brigadiere, uomo ligio al dovere, serio, irreprensibile, attento al rispetto delle regole, è stato ric 2016onosciuto Vittima del Dovere dal ministero dell’interno ( Legge 466/1980).

Carmelo Sardo
Carmelo Sardo

Nel corso del seminario sarà presentato il nuovo libro Per una madre scritto da Carmelo Sardo (Mondadori, collana Omnibus, 363 pagine, euro 16,15. Il testo è disponibile anche in eBook a 9,99 euro). Sardo è giornalista televisivo, reti Mediaset (Tg5) ed è scrittore italiano vincitore del premio Leonardo Sciascia 2016. 

Il seminario dà diritto ai crediti formativi per gli iscritti ai Consigli dell’ordine degli avvocati, dei giornalisti d’Abruzzo, degli assistenti sociali e crediti Universitari. Per le iscrizioni, stante il numero elevato di ordini professionali interessati, è preferibile scrivere a convegnosulmona@virgilio.it.

L’evento è organizzato in collaborazione con i Comuni di Sulmona, Molina Aterno, la Fondazione Carispaq, l’associazione Giostra cavalleresca e l’Aias di Sulmona, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Abruzzo, Provincia dell’Aquila, Università di Teramo, Urbino, Pescara e Chieti, i Consigli dell’Ordine degli Avvocati di Sulmona, dei Giornalisti e degli assistenti sociali d’Abruzzo e l’Istituto per lo studio del Diritto dell’Esecuzione penale e del Diritto penitenziario Onlus.

mariatrozzi77@gmail.com

Una risposta a "Criminologia. Fervono i preparativi per il seminario ‘Evoluzione della pena: prima, durante e dopo. Gli effetti sulle vittime del reato’"

I commenti sono chiusi.