Voglia di puntare: evade per andare al centro scommesse

 

Pescara. Una capatina al centro scommesse, una chiacchierata con gli amici e poi dritto a casa, salvo imprevisti. Così Viorel Serban 20enne romeno pluripregiudicato, agli arresti domiciliari, ha pensato di farla franca.

È stato arrestato questa mattina dai Carabinieri della stazione di Pescara principale per evasione. La pattuglia, su via Tiburtina, ha notato il giovane passeggiare a piedi verso casa, sapendo che il ragazzo è sottoposto ai domiciliari lo ha fermato. Poco credibili, a dirla in breve, le scuse addotte dal romeno per giustificare la presenza in strada. Il giovane è stato arrestato. I militari hanno poi accertato che appena prima di fermarlo il ragazzo era uscito da un centro scommesse di via Tiburtina. L’arresto per evasione è il secondo, in pochi mesi, ad agosto il romeno è già stato sorpreso fuori il domicilio. La misura cautelare degli arresti domiciliari era stata disposta perché i militari dell’Arma lo hanno riconosciuto quale autore, in concorso, dell’incendio di un motorino davanti la sede Rai, il 7 dicembre 2015. Denunciato invece un altro romeno R. S. 34enne pregiudicato sorpreso dai Carabinieri della stazione di Pescara scalo. Nella notte, in piazza Santo Spirito è stato trovato in sella ad una bici rubata in possesso di un coltello e di alcuni attrezzi atti allo scasso.