Imbrattata la vasca della villa Comunale a Sulmona

Sulmona (Aq). “Un giorno all’improvviso m’innamorai di te” così la prima vasca dei giardini pubblici, da piazza Tresca, è stata scarabocchiata. Alla villa Comunale di Sulmona, un tempo biglietto da visita della Patria di Ovidio, ne capitano davvero di tutti i colori, questa volta è blu la scritta che, con tutta probabilità, una mano inabile ha scarabocchiato con la bomboletta spray. 

Questa presentazione richiede JavaScript.

All’autore del capolavoro il nostro più sincero augurio: che il suo amore non sia mai corrisposto. Era stata liberata dalle erbacce, dai rifiuti e dai rami cadenti, inutile dire che la vasca è di nuovo ridotta ad uno schifo e resterà in quelle condizioni sino a quando qualcuno in Comune farà finta di accorgersene e qualcun altro si sforzerà di stanziare qualche spicciolo, racimolato nel fondo più profondo delle casse comunali. Questo per cancellare l’ennesimo obbrobrio. Per ripulirla si spenderanno i soldi dei contribuenti, soldi dei cittadini di Sulmona. Nessuno si è accorto di quanto accadeva? L’area è completamente aperta ed è visibile, a occhio nudo, da parecchi metri di distanza, anche di notte, non ci sono più siepi a chiudere la visuale. I giardini pubblici sono piuttosto trafficati e il gioco delle 3 scimmiette allora torna utile in questa isola felice: non vedo, non sento, non parlo.

mariatrozzi77@gmail.com