Terremoto: Forestale prima a soccorrere nei luoghi del sisma. Cede parete Est del Gran Sasso, nell’area degli alpinisti caduti a luglio

Dalle Marche e dal Lazio il Corpo forestale dello Stato, dopo circa un’ora dal terremoto delle ore 3.36 Mw 6.0, era già all’opera con i suoi agenti tra le macerie a scavare a mani nude per estrarre persone e soccorrere le popolazioni di Accumoli, Amatrice, Cittareale, Norcia e Pescara del Tronto di Arquata, località tra le colpite dal sisma delle prime ore del mattino. L’Avis della provincia dell’Aquila sta organizzando la raccolta sangue e invita i donatori attivi, che non hanno effettuato una donazione negli ultimi 3 mesi, a recarsi presso il Centro trasfusionale dove abitualmente donano. I centri trasfusionali dell’Aquila, di Sulmona e Avezzano sono aperti e seguono il normale orario di servizio. Attivata l’Unità di crisi, 60 i posti letto ddisponibili all’Aquila.

Archivio 1 2 e 3

Amatrice, ore 8 del 24.8.2016 Report-age.com Tutti i diritti riservati
Amatrice, ore 8, 24 agosto © diritti riservati
Elicottero Forestale Foto Trozzi Report-age.com 2014
Elicottero Forestale Foto Trozzi

In silenzio e con abnegazione nelle aree terremotate, gli agenti forestali, benché il Corpo sia stato soppresso, continuano il loro lavoro. Sono 24 le pattuglie impegnate, sin dalle prime ore del mattino, ad Amatrice, Norcia, Accumuli e Arquata del Tronto. Un gruppo di forestali è partito dalla Scuola del Corpo di Cittaducale. Innumerevoli i sopralluoghi nelle aree rurali e presso i tanti casolari isolati con ricognizioni aeree. Sono 2 gli elicotteri della Forestale che stanno eseguendo i primi sorvoli di ricognizione. Altri elicotteri sono operativi. In arrivo anche le unità cinofile specializzate per la ricerca di persone sotto le macerie. Tutti gli interventi del Corpo forestale che opera all’interno del sistema della Protezione civile nazionale sono coordinate dalla Centrale operativa di Roma. L’azione del personale della Forestale si concentrerà soprattutto nelle aree impervie del territorio, dove sono presenti numerosi casolari isolati. Per il momento le vittime del sisma sono almeno 38, numero provvisirio firnito alle ore 11, di cui 10 risultano ad Arquata e la frazione Pescara del Tronto (Ap) e 28 in quelli di Amatrice e Accumoli (Ri). Tre le scosse più forti. Almeno 81 i feriti du cui 7 in cofice rosso,  alle ore 15 si conterebbero 63 vittime. Magnitudo 6.0 è la scissa registrata alle ore  3:36. L’epicentro è individuato a 2 chilometri da Accumoli (Ri) e 10 km da Arquata del Tronto (Ap). Ore 14, altra scossa, ne sono state contate più di 100 nella notte.

Cade a picco parte della parete Est del Corno Piccolo sul Gran Sasso, la vetta più alta degli Appennini. Il punto non è affatto lontano dal luogo in cui sono stati trovati senza vita, il 21 luglio scorso i 2 esperti scalatori  Roberto Iannilli 62enne di Ladispoli (Città metropolitana di Roma) impareggiabile maestro d’alpinismo e Luca D’andrea 51enne di Sulmona (Aq) .  “Qui al rifugio Franchetti siamo stati svegliati da una forte scossa di terremoto, nella nebbia si è sentito un forte rumore di crollo stanotte dalla parete Est del Corno Piccolo del Gran Sasso…. Siamo impauriti ma stiamo tutti bene” testimonia una signora presente al momento della scossa nella baita. Il crollo non ha interessato la via d’accesso.

Comunicato Avis Provincia dell’Aquila, raccolta sangue

L’Avis Provinciale L’Aquila è in costante contatto con i Responsabili del Servizio Trasfusionale Regionale per monitorare costantemente il fabbisogno di sangue a seguito del grave terremoto che questa notte ha colpito il Centro Italia. Allo stato attuale le scorte sangue ci sono, ma devono essere ripristinate man mano che le sacche vengono inviate agli ospedali che ne hanno necessità. La situazione è seria, ma va affrontata con ordine, invitiamo pertanto i donatori attivi che non hanno effettuato una donazione negli ultimi 3 mesi, a recarsi presso il Centro trasfusionale dove abitualmente dona; i Centri Trasfusionali di L’Aquila, Sulmona e Avezzano sono regolarmente aperti e seguono il normale orario di servizio. Anche in caso di emergenza restano valide tutte le condizioni di idoneità e le precauzioni previste dalla legge.

Note organizzative

1) Invitiamo chi non ha mai effettuato una donazione oppure non dona da molto tempo a contattare con anticipo il Centro Trasfusionale per programmare il prelievo di idoneità alla donazione, il Centro provvederà a ricontattarli successivamente (circa 30 giorni) per la donazione vera e propria.

2) Chi ha soggiornato a Roma negli ultimi 28 giorni non è idoneo alla donazione per via del West nile virus.

Per ulteriori informazioni vi preghiamo di mettersi in comunicazione con le proprie Avis Comunali (http://www.avisprovincialelaquila.it/page.php?page_id=16) oppure può scriverci al recapito mail: laquila.provinciale@avis.it.

Ringraziamo tutti i donatori per la consueta collaborazione e ci stringiamo al dolore degli abitanti delle zone colpite da terremoto. Avis Provinciale L’Aquila

COMUNICATO STAMPA

Si comunica che in data odierna e fino alle ore 2:00 del giorno 25-08-2016, presso la sede di Protezione Civile situata in loc. LA VALLETTA è attivo un presidio di volontari della PROTEZIONE CIVILE.
I numeri telefonici a cui rivolgersi sono i seguenti: 0864/251134 0864/253150

Inoltre, l’Ufficio Sisma sarà a disposizione per ogni segnalazione e assistenza durante gli orari d’ufficio e specificatamente dal lunedi al venerdi dalle ore 9:00 alle ore 14:00 e il lunedi e il giovedi anche dalle ore 15:00 alle ore 17:30 tel. 0864-242239/242314.

Comunicato M5S

“Tutto il Gruppo M5S è vicino alle famiglie delle vittime di questa tragedia. Siamo vicini a tutti gli uomini e le donne che con generosità, coraggio e abnegazione stanno prestando soccorso prodigandosi in questo momento di grave emergenza. Abbiamo avvertito la scossa nell’intera regione e l’angoscioso ricordo è andato subito a L’Aquila. Ci stiamo adoperando per dare il nostro contributo ai soccorsi, quello che possiamo fare ora è donare sangue e creare punti di raccolta di acqua e generi di prima necessità che certamente occorreranno nei momenti immediatamente successivi ai soccorsi. Presto comunicheremo gli indirizzi dei punti di raccolta”.  Gruppo consiliare M5S Abruzzo

Una risposta a "Terremoto: Forestale prima a soccorrere nei luoghi del sisma. Cede parete Est del Gran Sasso, nell’area degli alpinisti caduti a luglio"

I commenti sono chiusi.