Skip to content

Viadotti Peligni da demolire: documenti progetto bretelle Toto

“Se ci fosse un sisma il pericolo sarebbe altissimo perché il progetto dovrebbe intersecare ben 3 faglie attive nel Fucino, a Campo Moro e in valle Subequana” conferma sulle varianti Toto il geologo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Fabrizio Galadini. Va avanti il progetto con cui l’imprenditore vorrebbe mettere K.O. l’entroterra, isolandolo ulteriormente per ridurre di una manciata di minuti il viaggio da Roma a Pescara, prevedendo 2 nuovi caselli, tra Castelvecchio Subequo e Castel di Ieri e uno a Vittorito per tagliare i viadotti Peligni dal tracciato autostradale nell’entroterra selvaggio. La gran parte dei sindaci dell’aquilano non fanno una piega eppure si tenta di eliminare l’uscita autostradale di Pratola Peligna (Aq). Oggi il progetto era all’ordine del giorno della riunione dell’esecutivo regionale, discussione rinviata per il momento. Si preannuncia un’altra riunione dei sindaci però per discutere del problema, la prossima settimana. Si è tentato di portare in giunta oggi una presa d’atto del progetto varianti Toto e il parere tecnico senza nessuna fase d’informazione e confronto con la società abruzzese, gli ambientalisti, le forze sociali, commenta Maurizio Acerbo della segreteria nazionale del partito della Rifondazione Comunista. 

Aggiornamento 12 Archivio 

Viadotti Peligni, Campo di Fano Foto Maria Trozzi report-age.com 2016

Viadotti Peligni, Foto Trozzi Report-age.com 2016

Report-age.com ha recuperato per voi, grazie all’attività di ricerca della giornalista d’inchiesta, blogger e scrittrice Maria Trozzi,  molti importanti documenti del progetto a disposizione di tutti. Affinché la popolazione abruzzese possa cominciare ad informarsi e a conoscere il futuro prossimo del comprensorio in cui vive. Si parla di realizzare in galleria la maggior parte delle varianti al tracciato delle autostrade gestite da Toto e Strada dei Parchi e il problema diventa anche idrogeologico oltreché sismico. Eppure la piantina delle varianti Toto è ancora visibile a pochi, così il progetto nel dettaglio e i documenti, sino a questo momento solo una parte di questi è stata recuperata e sta circolando. Testimoni di nozze da Il Fatto Report-age.com 2016In breve, meno ne sa la popolazione e più potranno industriarsi per vincere la partita, incluso il Presidente Luciano D’Alfonso che sostiene a spada tratta ogni impresa del testimone di nozze. La risposta del ministero dei trasporti ad una richiesta di chiarimenti del Forum H2O chiarisce sul progetto che la società Strada dei Parchi deve mettere in sicurezza e procedere all’adeguamento sismico e non agire al di fuori della concessione esistente. Il viceministro Riccardo Nencini, da una parte, e 9 parlamentari del Partito democratico, dall’altra, sono già in attesa che si parta con l’intervento e gli onorevoli in questi mesi, conferma il Fatto, fanno pressione e interrogano perché venga approvato il Piano economico finanziario della Strada dei Parchi spa.

Abbiamo recuperato molti importanti documenti in Pdf (qui scaricabili) che mettiamo a disposizione di tutta la comunità. Da un mese questi atti sono a disposizione della gran parte degli amministratori locali coinvolti nell’impresa. Con questa documentazione possiamo ricostruire cronologicamente la gran parte dei passaggi che sino a giugno 2016 hanno caratterizzato un progetto i cui aspetti salienti restano celati all’intera comunità. Un intervento programmato da anni che si intende realizzare su una struttura che appartiene all’intera popolazione e che si decide sulle teste della gens peligna che, per volere di Toto, sarà privata dell’infrastruttura che rientra nella rete nazionale di protezione civile. Si tratta di un progetto che porterà lavoro anche per la demolizione dei viadotti Peligni, che garantirà a Toto di ammortizzare i costi di Martina, la trivella di ultima generazione che l’imprenditore non vede l’ora di utilizzare tra le montagne del parco Sirente e dell’area Subequana, da dove attingerà la terra – ulteriore ricchezza – utile come materiale di costruzione, in cambio di una proroga della concessione per la gestione delle autostrade A 24 e A 25 sino al 2050 e questo senza garanzie che siano contenuti o esclusi, volontà sua, gli aumenti del pedaggio e le tariffe autostradali.

mariatrozzi77@gmail.com

Documenti

Doc progetto 2015

(a cura del geologo Catia Di Nisio)

Doc progetto 2016

Scaricabili in Pdf a disposizione di chiunque

4 Comments »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: