Recuperano cocaina interrata, ad attenderli i carabinieri

Paterno. Ottimo risultato della squadra speciale antidroga che in Marsica contrasta lo spaccio di sostanze stupefacenti, altri 3 uomini di origine marocchina sono stati arrestati per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

In quest’altra operazione antidroga, le manette dei Carabinieri della compagnia di Avezzano, guidati dal capitano Enrico Valeri, sono scattate ai polsi di Abdellah El Montassir, 27 anni già sottoposto a sorveglianza speciale (regolare sul territorio nazionale), Ahmed El Mansouri 41enne non in regola per il soggiorno in Italia e Tarik Faozi 29 anni (regolare sul territorio nazionale) come gli altri domiciliati ad Avezzano. La brillante operazione è stata condotta dai militari dell’Aliquota operativa della compagnia di Avezzano, con il supporto dei militari delle stazioni carabinieri di Gioia dei Marsi, Ortucchio, Luco dei Marsi e San Benedetto dei Marsi.

Grazie alla proficua attività investigativa dei Carabinieri, con appostamenti e osservazione di diversi obiettivi, i militari del’Arma hanno individuato un’area vicina al cimitero di Paterno, frazione del Comune di Avezzano, come possibile nascondiglio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri hanno rinvenuto 75 grammi di cocaina, ad altissimo grado di purezza e pronta ad essere tagliata ed immessa sul mercato, in un barattolo di vetro nascosto nel terreno con un bilancino di precisione. Recuperata la droga, i militari l’hanno sostituita con delle pietre avvolte nella carta e si sono appostati in attesa dell’arrivo dei proprietari. Dopo alcune ore sono arrivati i 3 uomini che hanno scavato per dissotterrare il barattolo e recuperare lo stupefacente così i carabinieri hanno avuto la certezza di chi fosse la droga occultata e recuperata. Dopo un tentativo di fuga, i 3 sono stati bloccati e arrestati. Su disposizione della procura della Repubblica presso il tribunale di Avezzano, gli stranieri sono stati accompagnati nelle rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo .