Ritrovato 16enne allontanatosi da 5 giorni, a Pescara

Pescara. Giornate di ricerche serrate per i militari della stazione Carabinieri di Pescara scalo che l’8 aprile hanno ricevuto la denuncia di scomparsa del figlio 16enne di origine slovacca, da una madre preoccupata del mancato rientro del ragazzo sparito dalla sera precedente. Finalmente il giovane è stato ritrovato ed è in buone condizioni.

Pescara (Foto Maria Trozzi)
Pescara (Foto Trozzi)

I Carabinieri hanno da subito accertato che il giovane non aveva intenti suicidiari e che verosimilmente si trovava nel capoluogo abruzzese o in aree limitrofe. Nonostante ciò, immediatamente sono scattate le procedure per la ricerca del 16enne. Solo nella giornata di ieri i militari, grazie al determinante contributo della madre e dopo aver scavato a fondo nella vita del giovane sentendo oltre 30 persone tra amici e conoscenti, sono riusciti a rintracciarlo sulla spiaggia nel centro di Pescara. Il ragazzo, in buone condizioni di salute, ha riferito di aver dormito a casa di amici e una notte in spiaggia, in uno stabilimento chiuso. Dopo una meritata tirata d’orecchi, i Carabinieri hanno riaffidato il 16enne alla famiglia. “La vicenda, conclusasi per fortuna nel migliore dei modi ed in maniera celere, rappresenta l’occasione per lanciare un appello ai ragazzi che magari, per un semplice litigio familiare, scappano via di casa creando forte apprensione nei familiari e provocando un enorme dispendio di risorse alla Forze di Polizia, sottraendole ai compiti di garantire sicurezza a tutta la collettività” dichiara il comandante della Compagnia Carabinieri di Pescara, Claudio Scarponi.