Nox all’Itis di Pratola. Giovane fiutato dal cane antidroga: spinelli e banconota falsa

Pratola Peligna (Aq). Ha un fiuto davvero infallibile Nox, oggi in trasferta in valle Peligna. Nel corso dell’ispezione di stamane il pastore tedesco, dell’unità cinofila di Chieti, ha fiutato un involucro contenente un grammo di marijuana in uno dei cortili della scuola superiore e ha beccato uno studente. Così, estesa la perquisizione a casa del minore, in camera del ragazzo, sono stati trovati degli oggetti davvero singolari per uno di quella età tra l’altro c’erano mozziconi di spinelli e una banconota falsa spuntata da uno dei portafogli del giovane. Il servizio antidroga è stato eseguito presso l’Istituto tecnico industriale (Itis) Leonardo da Vinci in collaborazione con il dirigente scolastico e l’intero corpo docenti.

Nox
Nox

In mattinata, i Carabinieri della Stazione di Pratola Peligna, con l’ausilio di una unità del Nucleo cinofili di Chieti, nel quadro di una più vasta campagna di prevenzione e repressione dello spaccio ed assunzione di stupefacenti a favore dei giovani, promossa dal Comando provinciale Carabinieri dell’Aquila.

Durante l’operazione antidroga, il Carabiniere a 4 zampe ha cominciato a fiutare con insistenza uno studente 17enne della 3^ classe di chimica, residente a Pratola Peligna. Purtroppo il giovanissimo è già conosciuto dai militari dell’Arma. Subito perquisito il giovanissimo è stato trovato in possesso di una bustina in cellophane con residui di sostanza stupefacente che ha agitato non poco il cane antidroga. I militari, guidati dal Luogotenente Daniele Di Serio, hanno poi perquisito anche l’abitazione del minore rinvenendo alcuni trita-tabacco con evidenti tracce di marijuanahashish e una diecina di mozziconi di spinelli già consumati. Nel portafogli del ragazzo è stata rinvenuta una banconota da 50 euro falsa, sequestrata. Il minore è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni dell’Aquila per il possesso della banconota falsa e segnalato alla Prefettura dell’Aquila per uso a fini non terapeutici di stupefacenti.

Stamane i Carabinieri della Stazione di Pratola Peligna, coordinati dal Luogotenente   Daniele Di Serio, collaborati da 2 unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Chieti, nel corso di un predisposto servizio antidroga nelle scuole, rinvenivano un involucro con all’interno grammi 1 di sostanza stupefacente tipo marijuana, buttata all’arrivo dei militari, dalla finestra di un’aula. Recuperata la sostanza, il cane Nox individuava subito la persona che l’aveva posseduta fino a poco prima. I successivi accertamenti permettevano di ricostruire che il ragazzo minorenne, con precedenti di polizia deteneva tale sostanza per uso personale. Le attività investigative sono state estese presso l’abitazione del  ragazzo, a Pratola Peligna dove le unità cinofile, rinvenivano materiale atto al confezionamenti di spinelli ed un grinder tritaerba. In un portafoglio in uso al ragazzo si rinveniva  una banconota da 50 euro falsificata. Il minorenne è stato deferito,  in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni dell’Aquila per detenzione di banconota falsificata ed è stato segnalato alla Prefettura dell’Aquila per uso non terapeutico di sostanze stupefacente. Si tratta, comunque di un caso isolato all’interno di una scuola ove vige una consolidata disciplina ed una fattiva collaborazione, anche con le forze dell’ordine, sia del dirigente scolastico che dell’intero corpo docenti.