FN chiede il Registro migrati per chi intende ospitarli, ma a proprie spese

Non sembra proprio una provocazione quella di Forza nuova che chiede ai Comuni l’istituzione del registro dell’accoglienza. Un registro che permetta a cittadini, rappresentanti politici e organizzazioni religiose di registrarsi per poter ottenere l’affidamento a proprie spese, si badi bene, di un numero di migrati quantificabile a seconda delle possibilità economiche e degli spazi a disposizione. Bando ai flussi dell’ipocrisia, per Forza nuova chi davvero vuole aiutare i migranti  e i richiedenti asilo dovrebbe ospitarli a proprie spese e iscriversi nel registro. 

Montesilvano, registro migranti Report-age.com 2016Nelle scorse ore, il movimento di estrema destra ha affisso all’ingresso di 12 diversi municipi della regione Abruzzo (Pescara, Montesilvano (Pe), Chieti, Vasto e Torino di Sangro (Ch), Tortoreto, Basciano, Martinsicuro e Alba Adriatica (Te), Sulmona e Avezzano (Aq)), delle locandine raffiguranti un registro per gli immigrati. A comunicarlo è il vice coordinatore di Forza nuova Abruzzo Michele Fiorita: ” In questo modo i costi dell’accoglienza e del mantenimento di quelli che spesso non sono rifugiati, ma semplici clandestini, non ricadranno più sulle casse pubbliche e daranno la possibilità ai cittadini che si sono sempre riconosciuti nei valori dell’accoglienza e alle associazioni che millantano di carità cristiana, di passare dalle parole ai fatti – conclude la coordinatrice – Forza Nuova, dal canto suo, continuerà con il supporto di un numero sempre maggiore di italiani ad opporsi alla scellerata politica delle porte aperte e intende ringraziare l’ambasciatore americano Phillips. Riteniamo però che l’Abruzzo e l’Italia non abbiano bisogno di ghetti e scontri razziali tipici del modello statunitense”.