Costituito il Coordinamento Sulmona vota Sì contro le trivelle

Sulmona (Aq). Il 29 marzo 2016 si è costituito a Sulmona il “Coordinamento Sulmona vota SI per fermare le trivelle”, un network di organizzazioni di vario genere impegnate sul territorio nella difesa dell’ambiente e nella costruzione di una società più inclusiva.

Referendum 17 aprile vota Sì Report-age.com 2016Obiettivo del Coordinamento è sensibilizzare l’opinione pubblica cittadina e della nalle Peligna sull’imminente appuntamento referendario per fermare le trivellazioni in mare. “Il prossimo 17 aprile si terrà un referendum abrogativo, cioè uno dei pochi strumenti di democrazia diretta che la Costituzione italiana prevede per richiedere la cancellazione, in tutto o in parte, di una legge dello Stato” il Coordinamento per il Sì al referendum di Sulmona  chiede a tutti i cittadini di votare SI,  si vota nelle stesse sezioni in cui si esprimono preferenze per i rappresentanti istituzionali – per cancellare la norma che consente alle società petrolifere di cercare ed estrarre gas e petrolio, entro le 12 miglia marine, dalle coste italiane senza limiti di tempo – aggiungono dal gruppo appena formato – A seguito di un esito positivo del referendum, la cancellazione della norma che al momento consente di estrarre gas e petrolio senza limiti di tempo sarebbe immediatamente operativa. L’obiettivo del referendum è chiaro e mira a far sì che il divieto di estrazione entro le 12 miglia marine sia assoluto. I mezzi di informazione, spalleggiati dai maggiori partiti (Partito Democratico su tutti), stanno ostacolando la diffusione delle informazioni, dando poco spazio alla notizia o stravolgendo la realtà

Uno dei punti su cui gli astensionisti stanno battendo è quello relativo alla perdita di posti di lavoro in caso dell’affermazione dei SI: questo non è assolutamente vero perché un esito positivo del referendum non farebbe cessare immediatamente, ma solo progressivamente, le attività estrattive in corso entro le 12 miglia marine. Anzi, riteniamo che una riconversione ecologica della nostra economia e un progetto di messa in sicurezza dei nostri territori dissestati contribuirebbero a far diminuire il tasso di disoccupazione nel nostro Paese. 

Aderiscono al Coordinamento Sulmona vota Sì per fermare le trivelle coadiuvato da Unione mediterranea Abruzzo varie realtà locali impegnate su tematiche ambientali, e non solo. Aderiscono a Sulmona: Altrementi Sulmona, le associazioni Movimento zoè, Qualeterra, Cisl Fp, Comitati cittadini per l’ambiente, Condotta peligna slow food; Fiab,  Orsa pro natura, studenti #notubo, Zona alternativa 1000 Watt. Sostengono dall’esterno il Coordinamento le seguenti forze politiche: Sulmona bene in comune, Sinistra Italiana; Sulmona in Movimento. Chiunque volesse aderire al Coordinamento e proporre iniziative oppure mettersi a disposizione della campagna referendaria è ben accetto, abbiamo bisogno di altre forze per raggiungere il quorum! L’indirizzo di posta elettronica a cui inviare la propria disponibilità o adesione è il seguente altrementi2016@gmail.com.