In sosta davanti abitazioni isolate, finisce in carcere

San Demetrio ne’ Vestini (Aq). Hanno eseguito, nella tarda serata di ieri, un ordine di carcerazione nei confronti di B. V. 28 anni rom domiciliata in un campo nomadi di Roma cin numerosissimi precedenti.


image

L’arrestata è stata controllata proprio nel comune in cui si aggirava con fare sospetto con una autovettura all’interno della quale vi era anche una minore sempre di etnia rom.
La presenza delle giovani è stata segnalata da un residente perché si stavano avvicinando a delle case isolate per poi sostarvici di fianco e, in 2 circostanze, sono ripartite velocemente dopo aver appurato che le abitazioni in cui sostavano erano abitate. All’ennesima sosta delle donne, scese dall’auto, i carabinieri hanno provveduto a controllarle, dopo averle seguite a dustanza.
Da un controllo in banca dati in uso alle forze di polizia è risultata gravata da due ordini di carcerazione emessi dal Tribunale di Roma per numerosissimi precedenti contro il patrimonio e furti in abitazione mentre la minore è risultata incensurata. Espletate le formalità di rito quest’ultima è stata affidata, previo accordo con  il magistrato presso la Procura per i minori, ad una casa famiglia di Preturo mentre l’arrestata è stata tradotta presso l’istituto penitenziario “Castrogno” di Teramo. Ancora una volta è stata fondamentale la collaborazione con i cittadini che, insospettiti dalla presenza di persone non del luogo, hanno richiesto l’intervento dell’Arma che, nel caso di specie, oltre ad essere stato repentino ed efficace, verosimilmente ha evitato che venissero perpetrati reati che turbano la serenità del comprensorio aquilano che il Comando Provinciale dei Carabinieri, attraverso una sinergica collaborazione con le altre forze di polizia ed una razionalizzazione dei servizi di prossimità al cittadino, sta cercando di aumentarne il livello e la percezione.