Donna salvata dalle fiamme. Il Comandante restituisce quanto recuperato in casa durante l’incendio

Capestrano (Aq). Oggi il comandante della stazione di Capestrano, il Maresciallo capo Joangelo Di Sipio, ha riconsegnato gli oggetti personali alla signora salvata dall’incendio di martedì scorso in un’abitazione della località  turistica.

Comandante dei Carabinieri di Capestrano Di Sipio e l'anziana salvata dal rogo Report-age.com 2016Si tratta di pochi effetti personali che il coraggioso  comandante della stazione ha recuperato, con non poche difficoltà, nella casa divorata dalle fiamme. Oggetti che la signora custodiva gelosamente in un cassetto e che ora rappresentano per la donna una ragione in più per non abbattersi. Sapendo di essere al sicuro, circondata dall’affetto dei parenti che la ospitano e di poter contare sui Carabinieri di Capestrano che hanno fatto di tutto non solo per salvarle la vita, ma anche per recuperare quanto l’anziana aveva di più caro. Appena dimessa dall’ospedale San Salvatore dell’Aquila, la signora ha voluto subito far visita ai suoi salvatori e nel pomeriggio di ieri ha abbracciato e ringraziato il Comandante della Stazione Di Sipio che le ha riconsegnato delle lettere e un portafogli. La signora, 91enne, alcuni giorni fa è rimasta intrappolata tra le fiamme della sua abitazione a Capestrano. Il malfunzionamento della stufa a gas propano liquido (Gpl), come verificato dai Vigili del fuoco dell’Aquila, ha innescato l’incendio e le fiamme, dalle tende alle suppellettili, si sono propagate in tutta l’intera abitazione. Visto il fumo uscire dall’abitazione dell’anziana, i vicini di casa hanno chiesto aiuto al comandante Di Sipio, telefonando al cellulare di servizio e il maresciallo ha inviato immediatamente una pattuglia dei Carabinieri. Senza un attimo di esitazione, i 2 militari dell’Arma, con l’aiuto di alcuni cittadini, hanno sfondato la porta e hanno tratto in salvo la signora. Poi i Carabinieri hanno tirato fuori dall’abitazione anche 2 bombole di gas scongiurandone l’esplosione. Il comandante intanto li ha raggiunti e insieme ai suoi uomini ha cercato di contenere le fiamme con l’estintore di un’autovettura di servizio e altri mezzi di fortuna. I carabinieri hanno provato in tutti i modi di limitare i danni dell’incendio. Senza un attimo di tregua, il Maresciallo si è messo a cercare in casa dell’anziana gli oggetti personali e di valore. In mezzo a tanto fumo è riuscito a trovare un cassetto chiuso e così il militare lo ha forzato e ha preso i pochi effetti, i valori e dei soldi della donna per evitare che fossero distrutti dal fuoco. I Vigili del Fuoco dell’Aquila sono intervenuti poco dopo e il personale del 118 intanto ha trasportato l’anziana signora all’Aquila per accertamenti. Non appena dimessa la donna ha incontrato il Comandante della Stazione di Capestrano per ringraziarlo e di lì la sorpresa. Non tutto è stato incenerito. Il Maresciallo Di Sipio ha conservato gelosamente gli oggetti della signora per restituire le care e poche cose che la donna non ha potuto salvare nella concitazione del momento. L’incendio ha reso inagibile la casa della donna ospitata, per il momento, dai parenti.

I Carabinieri salvano un’anziana intrappolata dalle fiamme

15.03.2016 Capestrano (Aq). Una stufa difettosa e un’anziana in pericolo, paralizzata dalla paura, bloccata in casa dalle fiamme, è stato a dir poco tempestivo l’intervento di questa mattina dei Carabinieri. I militari della stazione di Capestrano, coordinati dal Maresciallo capo Joangelo Di Sipio, hanno salvato una 92enne imprigionata dal fuoco e hanno evitato che le fiamme divorassero l’intero edificio e provocassero altri danni tra le abitazioni circostanti.

carabinieri-vigili-fuoco1L’incendio è divampato in via Vallone al civico 12,  nell’abitazione di F. B. 92enne rimasta bloccata all’interno della casa in fiamme. Grazie al tempestivo intervento dei militari e di alcuni cittadini è  stato scongiurato il peggio. I carabinieri, dopo aver sfondato il portone d’ingresso dell’abitazione, sono riusciti a mettere in salvo la povera anziana. Immediatamente dopo, per scongiurare ulteriori gravissime conseguenze, i militari hanno portato all’esterno dell’abitazione 2 bombole di gas. Poi hanno cercato di circoscrivere le fiamme procurandosi alcuni estintori in dotazione in alcune auto nei paraggi e altri mezzi di fortuna, in attesa dell’arrivo dei vigili del Fuoco dell’Aquila, sopraggiunti di lì a poco. L’anziana è stata trasportata presso l’ospedale civile San Salvatore dell’Aquila per accertamenti. L’immobile a seguito dei gravi danni provocati dalle fiamme è inagibile. La causa dell’incendio è attribuibile ad un malfunzionamento della stufa a Gas propano liquido.

mariatrozzi77@gmail.com