La marcia in più delle Capitane d’azienda: un’impresa agricola su 2 è donna nel teatino

Chieti. Non definitele sesso debole perché il settore in cui operano è proprio pesante. Chiamatele capitane d’azienda, capitane coraggiose non solo perché una loro stretta di mano farebbe impallidire i muscolosi fanatici della palestra, ma perché l’azienda agricola al femminile, risultati alla mano, produce e fattura di più di quella maschile.

Aggiornamento

Donne in agricoltura Report-age.com 2016Delle 13 mila 467 aziende agricole, iscritte alla Camera di commercio di Chieti, l’orgoglio della categoria sono le 5 mila 49 imprese che hanno come titolare una donna. L’area teatina spicca, sul resto della regione, per l’imprenditoria agricola al femminile che ha raggiunto il 48% di tutte le aziende di allevamento della provincia. Quasi una impresa agricola su due è donna a Chieti, percentuale che invece scende nelle altre province: a Pescara 15%, all’Aquila 14% e Teramo 21%. Sul mondo agricolo in rosa ha voluto riflettere la Cia Chieti Pescara e l’associazione Donne in campo, in un convegno a cui ieri hanno partecipato circa 150 imprenditrici agricole.  A relazionare, portando una serie di dati sull’imprenditoria agricola femminile, è stata Beatrice Camaioni, ricercatrice Crea, Rete rurale nazionale. L’impresa agricola al femminile risulta vincente rispetto a quella maschile. Dati di settore, sul fronte Istat, dimostrano che a parità di ettaro e di settore, l’azienda agricola femminile in Italia produce e fattura di più rispetto a quella condotta dagli uomini. Dall’Italia all’Abruzzo la situazione non cambia, se non per un unico problema: la dimensione sociale. Questa dimensione comprende tutti quei servizi, a sostegno della donna che lavora, che vedono l’Abruzzo in fondo alle classifiche degli ultimi anni. Non guasterebbe affatto un maggiore sostegno delle istituzioni, regionali e nazionali, alle donne imprenditrici.

Sono Donne che lavorano in uno dei pochi settori trainanti dell’economia italiana, s’impegnano con passione per un’azienda in cui la tradizione si sposa con l’innovazione. Non si tratta tanto di innovazione tecnologica quella che si evidenzia nelle imprese condotte da donne, quando di innovazione organizzativa. Questa è la marcia in più delle capitane d’azienda in agricoltura, naturalmente rispetto ai loro colleghi uomini. Passione e impegno da un lato, ma anche reddito, perché fare impresa significa soprattutto produrre reddito. (Per saperne di più)

Un pensiero riguardo “La marcia in più delle Capitane d’azienda: un’impresa agricola su 2 è donna nel teatino

I commenti sono chiusi.