Furti. Arrestati una tunisina e un pescarese

Pescara. Sono 2 gli interventi dei Carabinieri di Pescara, per dei furti avvenuti uno nella notte e l’altro nel pomeriggio di ieri, che hanno portato all’arrestato di 2 incensurati colpevoli di 2 distinti fatti delittuosi.

image

Il primo è avvenuto intorno alle ore 4.30. La pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile dei Carabinieri di Pescara,  su corso Vittorio Emanuele all’altezza di via Ancona, ha notato un uomo rovistare freneticamente in un abitacolo di un’autovettura in sosta. Ai militari non è sfuggito un dettaglio fondamentale. Sull’asfalto, proprio sotto la portiera lato passeggero, c’era una miriade di frammenti di vetro, il finestrino era stato infranto. Il ladro, colto di sorpresa, non ha neanche accennato alla fuga arrendendosi subito e consegnando quello che aveva appena sottratto, una macchina fotografica ed un borsello contenente pochi contanti e vari effetti personali. I militari dell’Arma, nel corso della perquisizione, hanno rinvenuto anche un ipad, uno smartphone e un paio di cavetti per l’alimentazione di chiavi usb, ogetti rubati da altre 3 autovetture in sosta, parcheggiate a poca distanza. Per M. L., 41enne pescarese incensurato, tossicodipendente con qualche segnalazione di polizia per reati contro il patrimonio, sono scattate le manette. L’uomo dovrà rispondere di furto aggravato e ricettazione ed ha trascorso la notte in camera di sicurezza. Ieri pomeriggio, invece, verso le 16.30 sempre una pattuglia del Nucleo operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Pescara, sempre su Corso Umberto è intervenuta in un negozio di abbigliamento, per una donna, fermata dalla commessa, responsabile del furto di alcuni vestiti. In particolare H. R., 29enne di origini tunisine, incensurata, dopo aver sottratto diversi capi di abbigliamento per un valore di circa 100 euro, si è avviata verso l’uscita incurante del suono prodotto dal sistema antitaccheggio. Inseguita dalla commessa, ha tentato la fuga spintonandola e prendendola a schiaffi. Fortuna che i Carabinieri, a poca distanza, sono riusciti ad intervenire tempestivamente ed evitare che la situazione degenerasse ulteriormente. La donna è stata arrestata con l’accusa di rapina impropria e ha trascorso la notte in camera di sicurezza. In mattinata, per entrambi gli arrestati si svolgerà, presso il Tribunale di Pescara, l’udienza di convalida.

Una risposta a "Furti. Arrestati una tunisina e un pescarese"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.