Crudeltà a tavola: scelta e non necessità. NoMattatoio contro le stragi di Pasqua

Eleonora Martino Report-age.com 22.2.2016
Eleonora Martino (Foto Trozzi)

Pescara. Contro la crudeltà sugli animali, su corso Umberto I a Pescara, del gruppo No Mattatoio Marche e Abruzzo non mancava Eleonora Martino, la donna che è riuscita a proteggere i campi coltivati di famiglia offrendo da mangiare alla fauna selvatica del territorio così da essere accolta persino da un branco di cinghiali che non hanno mai devastato le sue coltivazioni. Gli attivisti NoMattatoio si sono presentati alla comunità del capoluogo adriatico ieri con dei cartelli e in silenzio hanno manifestato contro le stragi di Pasqua e il sacrificio di migliaia di animali, discutibile consuetudine che in questi giorni di festa dovrebbe celebrare la rinascita anche dell’uomo (Primavera). Pasqua è alle porte e abbiamo accolto l’invito del gruppo nella speranza che qualcosa possa cambiare nelle abitudini alimentari dei credenti. 

Gruppo NoMattatoio Pescara Report-age.com 21.2.2016
Gruppo No Mattatoio Pescara 21.2.2016
Gruppo NoMattatoio a Pescara Report-age.com 21.2.2016
Gruppo NoMattatoio

“La crudeltà a tavola non è una necessità, ma una scelta”  è l’inno alla Vita che in questi giorni le associazioni animaliste diffondono in Italia per Pasqua, festa della rinascita, non per tutti purtroppo. A chi celebra la Resurrezione e la Vita l’invito è a contenere gli eccessi ed evitare il consumo di carne. Migliaia e migliaia di agnelli e capretti, ma non solo, in queste ore saranno sacrificati per una tradizione che non appartiene al credo Cristiano e a confortare l’appello degli animalisti sono le parole di  Monsignor Michele Castoro, arcivescovo cattolico (CXXIX arcivescovo di Manfredonia-Vieste – San Giovanni Rotondo): “La Pasqua Cristiana non ha nulla a che fare con la strage di milioni di agnellini in quanto Cristo, vero agnello pasquale, ha immolato se stesso per riscattarci dalla malvagità, dalla ingiustizia e da tanti altri mali che affliggono l’uomo e il creato”. Dal 26 febbraio e sino a lunedì 18 marzo, giorno di Pasquetta in tanti parteciperanno a banchetti pasquali e gite fuori porta. La Pasqua sarà altrettanto piacevole, crediamo, se sarà trascorsa senza esagerare a tavola e senza incentivare usi e costumi che non appartengono ad un evento biblico che non può essere preso alla lettera, per questo proponiamo di organizzare la Pasqua di Resurrezione e la Pasquetta in pieno stile vegano (qui). Il 2 aprile gli attivisti di NoMattatoio manifesteranno a Roma per informazioni clicca qui

mariatrozzi77@gmail.com

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.