Progetto bacino sciistico a Sud delle Alpi, per gli ambientalisti le priorità in Marsica sono altre

Avezzano (Aq). L’Abruzzo aquilano e montano ambisce a diventare uno snodo dello sci da discesa. Qualcuno però storce il naso all’idea di un hub, ossia di un bacino sciistico grande e articolato, a Sud delle Alpi, con collegamenti tra le stazioni di Campo Felice, Rocca di Cambio e Ovindoli, esteso poi da Monte Magnola ai Piani di Pezza.

Piovono critiche sul progetto di 12 milioni di euro presentato ieri nella stazione sciistica di Ovindoli dal Presidente della Regione, Luciano D’Alfonso. “Meno piste da sci e più depuratori” è lo slogan coniato per l’occasione perché se fra le priorità della Regione sembra esserci proprio la creazione di impianti sciistici, per alcuni invece la Marsica ha bisogno di depuratori. In breve, le somme da spendere per il mega impianto potrebbero essere vitali per l’agricoltura e la salute della conca del Fucino. Il mondo ambientalista non è l’unica realtà a lamentarsi del progetto di espansione del comprensorio sciistico di Monte Magnola verso l’area interna dei Piani di Pezza. Critiche al progetto arrivano anche dagli amministratori marsicani che affidano un loro intervento a Lorenzo De Cesare, ex assessore del Comune di Avezzano. Riflettendo sull’impatto ambientale del progetto presentato ieri ad Ovindoli, l’ex amministratore fa presa sul valore paesaggistico delle aree più caratteristiche del Parco regionale Sirente-Velino che sarebbero compromesse dalla presenza degli impianti di risalita. Gli amministratori marsicani, alcuni esclusi dall’incontro di ieri, propongono progetti alternativi come la realizzazione di piste per lo sci alpino che presenterebbero un minor impatto ambientale perché interesserebbero aree e canali della Marsica interna che a detta dei proponenti sono privi di boschi e non necessitano di alcuna opera dannosa di disboscamento. L’ex amministratore marsicano ha invitato pubblicamente ad Avezzano il presidente D’Alfonso per un confronto sui progetti alternativi.

Il primo lotto del progetto prevede la realizzazione di una seggiovia con 2 nuove piste, il potenziamento del sistema di innevamento artificiale e dei nuovi impianti con 7 piste per altri 10 km dedicati allo sci.

mariatrozzi77@gmail.com

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.