Autostrada A25. Pelino: “No a baratti che mortificano il Centro Abruzzo”

Valle Peligna. Da indiscrezioni sembra che ci sia stato un primo approccio della Società Autoistrada dei parchi con l’amministrazione di Popoli che si oppone alla variante autostradale perché l’intervento non potrebbe che passare proprio sulla Riserva naturale regionale Sorgenti del Pescara. Si rafforza intanto il fronte dei contrari: “Chiedere al governo di comunicare lo stato dei lavori istruttori del progetto Toto sollecitandone l’approvazione e mettendo tutto questo in relazione con la possibilità di rivedere gli aumenti delle tariffe autostradali, sa tanto di discutibile baratto”. Così anche la senatrice di Forza Italia, Paola Pelino, prende posizione sul progetto di variante per l’autostrada dei Parchi presentato tempo fa al Ministero per lo sviluppo economico e rimasto per 2 anni al palo.

Paola Pelino Report-age.com 22.9.2014
Paola Pelino Foto Maria Trozzi

Di baratto parla anche la senatrice forzista quando per la bretella autostradale da Bussi a Cerchio, circa 20 km in meno di percorso che taglieranno fuori dai giochi l’entroterra abruzzese, la società Strada dei Parchi chiede, in cambio, altri 45 anni di gestione del troncone, dopo i 28 anni già consessi in cui l’infrastruttura non ha certo brillato per efficienza e utilità, complice il maltempo, sono note le chiusure a singhiozzo dei caselli che dalla Marsica alla valle Peligna, sino al confine con la val Pescara vanno in tilt per pochi centimetri di neve. A pagare la scorciatoia in cantiere saranno proprio i cittadini, con altri aumenti delle tariffe, con un pedaggio inaccessibile già a tanti. La società prevede di chiedere altro ancora per recuperare i costi dell’investimento, la conferma arriva dopo un’audizione al Senato, chiesta dalla Senatrice Enza Blundo (M5S). Un baratto chiarisce la Pelino “che alcuni deputati abruzzesi del Partito democratico stanno mettendo in piedi in totale disprezzo delle rivendicazioni del territorio del centro Abruzzo – sottolinea in una nota la senatrice abruzzese – L’interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture, presentata nei giorni scorsi, sull’iter del progetto che taglia fuori i caselli Pratola – Sulmona, Cocullo e Pescina segue il pieno sostegno che la Regione e il vice ministro dei trasporti, Riccardo Nencini, hanno già dato a un disegno che avrebbe l’effetto di isolare un intero territorio. Una mortificazione che contrasterò insieme a quanti si sono schierati sul versante dell’opposizione” conclude la vice presidente del gruppo di Forza Italia al Senato schierata in prima linea con gli enti locali che si oppongono, il Wwf e il presidente della provincia Antonio de Crescentiis .

Approfondimenti

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.