Dentro un litro di benzina: guerra in Etiopia, in Libano, Suez, missione in Bosnia etc etc

I primi di novembre la Lega ha offerto benzina al prezzo giusto, quello senza accise risalenti al Neolitico. Il prezzo della benzina? Lo sanno tutti che finanziamo ancora la guerra d’Etiopia (1935-1936). Non è solo questo, sosteniamo la crisi sul canale di Suez di 60 anni fa e ancora la ricostruzione del Vajont del 1963. Nonostante gli sforzi per eliminare le vecchie accise, continuiamo a pagare per situazioni imbarazzanti. A questo punto manca solo l’obolo al diluvio universale e un risarcimento simbolico per i danni della glaciazione inclusa la tragedia che ha colpito i dinosauri.

Cosa c’è ancora da scontare sul prezzo (circa 1,43 euro) di un litro di benzina? Ehm, ricomprende l’alluvione di Firenze del ’66, il terremoto del Belice del 1968, quello del Friuli del 1976 e dell’Irpinia del 1980. Dobbiamo ancora coprire la guerra in Libano dell’83 pagando il carburante sosteniamo ancora la missione in Bosnia del ’96 e a contribuire sono anche i pacifisti motorizzati, quelli che magari si son fatti la galera per non partir soldato. Non solo, aiutiamo finanziariamente persino per il  rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004. Come siamo generosi a premiare poi un servizio di trasporto che lascia tutti soddisfatti anche solo a guardare gli autobus ecologici acquistati nel 2005, ma dove? Anche quelli abbiamo contribuito a fornire anche se non se ne vede traccia in giro. Che fine fanno questi stanziamenti, davvero servono per sostenere i costi di campagne vecchie come il cucco che ci segnalano  o sono il privilegio foraggiato dalla nostra indifferenza e rassegnazione?

A parte i più recenti contributi, quanto anticipato con le accise dovrebbe far dire basta a quelle che sulla benzina sono vecchie più di 20 anni. No? In tempo di crisi se si abolissero queste accise ultra ventennali risparmieremmo, in media, più di 11 euro a pieno. Considerando 2 pieni al mese, sarebbero 264 euro l’anno di risparmio. Basterebbe per fare la spesa per la famiglia.  Inoltre occorrerebbe dare una riorganizzata anche alle nuove, prevedere dei limiti di tempo. Per cominciare a farsi sentire una petizione può cambiare volto alla nostra Italia e magari restituirle un po’ di dignità.

mariatrozzi77@gmail.com

In un litro di benzina si pagano:

*€ 0,000981 finanziamento della guerra d’Etiopia del 1935-1936;
0,00723 finanziamento della crisi di Suez del 1956;
0,00516 ricostruzione post disastro del Vajont del 1963;
0,00516 ricostruzione post alluvione di Firenze del 1966;
0,00516 ricostruzione post terremoto del Belice del 1968;
0,0511 ricostruzione post terremoto del Friuli del 1976;
0,0387 ricostruzione post terremoto dell’Irpinia del 1980;
0,106 finanziamento della guerra in Libano del 1983;
0,0114 finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
0,02 rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004;
0,005 acquisto di autobus ecologici nel 2005;
0,0051 terremoto dell’Aquila del 2009;
0,0073 finanziamento manutenzione e conservazione beni culturali di enti ed istituzioni 2011;
0,04 arrivo di immigrati dopo la crisi libica del 2011;
0,0089 alluvione in Liguria e Toscana nel novembre 2011;
0,082 (€ 0,113 sul diesel) decreto “Salva Italia” nel dicembre 2011;
0,02 finanziamento post terremoti dell’Emilia del 2012.

Firma la Petizione 

Benzina, basta accise: non voglio più pagare la guerra d’Etiopia quando faccio il pieno

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.