Ombrina. Il ministero si muove per la sospensione della petroliera autorizzata

É davvero una corsa contro il tempo quella messa in campo per scongiurare l’arrivo di altre trivelle nel mare Adriatico a una manciata di chilometri dalla spiaggia. Il ministro dello sviluppo economico, Federica Guidi, sta lavorando per la immediata sospensione del progetto petrolifero Ombrina mare 2. Questo nelle more dell’emendamento governativo sulla Legge di stabilità che, presentato una decina di giorni fa, ha ridato nuova speranza a chi si oppone ad altre trivelle nel mare abruzzese, da installare a pochi chilometri dalla spiaggia e per oltre 20 anni di estrazione petrolifera. 

Roma Ombrina Trivelle legambiente Report-age.com 2015L’emendamento del governo punta al ripristino del limite delle 12 miglia dalla costa per trivellare nel mare. Sono fatti salvi solo i titoli già rilasciati all’entrata in vigore della Legge di stabilità 2016, il provvedimento stopperebbe dunque i nuovi progetti petroliferi e quelli il cui procedimento di autorizzazione è in via di definizione previsti entro le 12 miglia dalla spiaggia. La piattaforma Ombrina però è stata autorizzata mancherebbe solo un passaggio finale, la concessione di coltivazione, per l’avvio dell’attività di estrazione. In attesa dell’approvazione dell’emendamento governativo, il titolo potrebbe essere rilasciato ed è per questo che il ministero sta provvedendo, in queste ore forse con una circolare,  a fermare il progetto nelle more della discussione dell’emendamento governativo. Solo un provvedimento dall’alto può sospendere la concessione di coltivazione e oggi sembra si sia mosso il Mise per bloccare le imminenti produzioni di petrolio della Rockhopper sull’Adriatico, ovvero Ombrina installata a circa 6 km dalla spiaggia e la nave Fpso, Floating production storage and offloading unit, piazzata a 10 km.

Ad annunciare l’iniziativa al vertice è il sottosegretario alla giunta regionale, Mario Mazzocca: “Il Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, mi ha appena informato del fatto che il Ministro Guidi stia emanando uno specifico provvedimento finalizzato alla immediata sospensione del procedimento relativo al progetto Ombrina Mare a suo tempo avviato presso il Ministero dello sviluppo economico, nelle more di pubblicazione in gazzetta della disposizione di divieto di ricerca, prospezione e coltivazione entro le 12 miglia dalla costa”.

Il provvedimento specifico che il Mise sta per emettere accompagna l’emendamento governativo indispensabile al ripristino del limite delle 12 miglia per evitare pozzi di petrolio a due passi dalla spiaggia. Per bloccare subito il progetto occorre bloccare la concessione del titolo alla compagnia petrolifera di Ombrina un mese fa autorizzata a trivellare con altri 6 pozzi di petrolio. In breve, per la piattaforma petrolifera Ombrina, la titolare del progetto, Rockhopper – ex Medoil, non avrebbe ancora la concessione di coltivazione non essendo stato pubblicato il Decreto sul bollettino dell’Unmig, Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse. E su questo sta per intervenire il ministero dello sviluppo economico.

Dubbi sull’emendamento governativo sono stati avanzati dal costituzionalista Enzo Di Salvatore che con il movimento No triv, la scorsa settimana ha presentato dei correttivi all’emendamento dell’esecutivo nazionale che interviene sulla Legge di stabilità 2016 (ex Finanziaria) in discussione, in questi giorni. L’emendamento soddisferebbe solo 3 dei 6 quesiti referendari presentati da 10 Regioni, chiarisce il docente di diritto costituzionale dell’Università di Teramo. Inoltre, l’emendamento del governo saboterebbe i Referendum abrogativi degli articoli 38 e 35 dello Sblocca Italia e del decreto Passera, rispettivamente. Altro passaggio inquietante previsto nel disegno dell’esecutivo nazionale si riassume nell’abolizione del Piano delle aree, fondamentale strumento di razionalizzazione delle attività oil & gas.

mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimento

La piattaforma petrolifera Ombrina si farà. Addio Costa dei Trabocchi 09.11.2015

No Ombrina. L’ombra dell’emendamento governativo: sabotaggio ai referendum antitrivelle 16.12.2015

No Ombrina battaglia rimessa in gioco dall’emendamento governativo 14.12.2015

Sei volte sì della Cassazione ai quesiti referendari su Sblocca Italia e Decreto Passera 27.11.2015

Via libera alla piattaforma Ombrina: operatori turistici abruzzesi sul piede di guerra 10.11.2015

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.