Lupi nel Parco della Costa Teatina: l’incontro che fa discutere

Roma. Fa discutere e non poco, la convocazione del ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, del tavolo per discutere ancora del Parco della costa Teatina. Galetti ha invitato i presidenti della Regione Abruzzo e della Provincia di Chieti e i sindaci. L’unico a non essere stato invitato, fa notare qualcuno, è proprio il commissario Giuseppe de’ Dominicis che ha chiuso con la perimetrazione dell’area protetta lo scorso settembre. Prima di lasciare l’incarico De Dominicis ha però dettato le scadenze per la firma del decreto presidenziale che istituisce ufficialmente il Parco nazionale. Nemmeno a dirlo, quelle date sono andate a vuoto, tant’è che il governatore d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, ha rinviato le carte della perimetrazione dell’area protetta alla commissione regionale. La scusa è che le cartine per definire i confini del Parco erano un po’ vecchiotte anche se ancora in uso, così si temporeggia. 

Maurizio Acerbo
Maurizio Acerbo

All’incontro deciso dal ministero è annunciata la presenza dell’ex-ministro Maurizio Lupi e dell’ex-parlamentare napoletano Marcello Di Caterina, un tempo vicino a Marcello Dell’Utri e successivamente diventato segretario di Lupi quando era ministro. “Cosa c’entrano questi due personaggi politici con il Parco della Costa Teatina? Quali interessi devono tutelare? Perché non c’è il commissario de’ Dominicis? Perché non sono state invitate le associazioni ambientaliste? Perchè non sono stati invitati i parlamentari abruzzesi?” non lascia scampo la valanga di domande di Maurizio Acerbo, segretario di Rifondazione comunista che aggiunge – Notoriamente Lupi è espressione delle lobbies dei cementificatori e il suo collega di partito è noto più per le intercettazioni che per competenze ambientali. E’ vero che Lupi quando era ministro si era incontrato con gli amministratori del comprensorio ma non si capisce ora cosa ci sia da discutere visto che l’iter dovrebbe essere concluso – conclude Acerbo – Non è che il governo Pd – Ncd dopo averci rifilato Ombrina vuole ora anche ritardare il Parco della Costa teatina atteso da 15 anni?” A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina.

Aggiornamenti

2 risposte a "Lupi nel Parco della Costa Teatina: l’incontro che fa discutere"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.