In manette il trio di etnia Rom artefice degli scontri del 20 settembre a Sulmona

Sulmona (Aq). In manette per il week end violento del 20 settembre finiscono 3 ragazzi di etnia rom. Sono Massimo Di Rocco 21 anni, Luigi Spinelli 19enne, agli arresti domiciliari così per il terzo che ha 15 anni, tutti di Sulmona. Per il trio artefice degli scontri notturni in centro storico, la Polizia di Sulmona stamane ha dato esecuzione a 3 misure cautelari degli arresti domiciliari. Le accuse sono di lesioni gravi, con l’aggiunta dei futili motivi alla base dell’aggressione avvenuta in pieno centro storico, di fronte al complesso monumentale dell’Annunziata. Gli arrestati sono ritenuti pericolosi e potrebbero reiterare i reati, per questo l’adozione della misura cautelare.

Polizia arresto rom Report-age.com 11.11.2015Tra gli 8 feriti dell’agitata movida sulmonese, negli scontri tra il 19 e il 20 settembre, 2 hanno avuto prognosi di 50 giorni per le ferite riportate in quella notte terribile. Anche per questo motivo il Vice Questore aggiunto, Francesca La Chioma, dirigente del Commissariato di Sulmona, non esclude l’adozione di altre misure di prevenzione nei confronti degli arrestati, provvedimenti già chiesti al Questore dell’Aquila, Alfonso Terribile. Una notte violenta quella del 20 settembre mentre i 3 rom se la prendevano con chi capitava su Corso Ovidio, a piazza Garibaldi erano appena intervenuti i Carabinieri di Sulmona per calmare le acque agitate su piazza Garibaldi dove un gruppo di romeni aveva dato in escandescenza. Il militare in servizio venne ferito da un romeno che, preda dei fumi dell’alcol, tentò di sottrarsi con uno spintone alla presa dell carabiniere. Due dei tre rom arrestati nella notte brava sono gli stessi che picchiarono un ragazzino a Carnevale dello scorso anno e un mimo, durante la fiera di Natale del 27 dicembre 2013, sempre a Sulmona. A quel tempo gli aggressori erano appena maggiorenni. Su corso Ovidio, un mese e mezzo fa, all’altezza del complesso monumentale della Santissima Annunziata erano 80 le persone a passeggio. La discussione si accese per futili motivi, dopo l’una. Alcune delle persone coinvolte vennero riprese dalle telecamere di video sorveglianza presenti su piazza XX Settembre. Erano spente invece quelle in cui avvennero gli scontri. Il primo ragazzo colpito dai 3 di etnia rom riportò ferite talmente gravi da dover essere operato al San Salvatore di L’Aquila, 50 giorni di prognosi. Poi, lo scontro si estese a macchia d’olio. Il trio entrò in un locale a due passi da lì e picchiò il gestore e suo figlio. Inutile spiegare le ragioni delle botte, come al solito futili motivi dettati anche dall’alcol che nei week end purtroppo scorre a fiumi nella città dei confetti. Per i fatti del 20 settembre sono stati deferite alla Procura della Repubblica di Sulmona diverse persone, tra queste anche una sulmonese di 25 anni che, tra l’altro, è stata denunciata per resistenza a pubblico ufficiale.

La Polizia di Sulmona ha inoltre provveduto ad eseguire dei controlli, nella fine settimana, trovando anche dosi di droga, Marijuana, Hashish e Cocaina, in minima quantità, abbandonata a terra. Le ispezioni nei locali pubblici di tutta la città hanno portato alla luce un’altra verità, molti esercizi presentano irregolarità anche di tipo amministrativo con dipendenti non in regola con l’assunzione, questo non solo inn centro storico. Gli esercizi dovranno mettersi subito in regola per non rischare la chiusura.

mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimento

Ferì un carabinieri: romeno patteggio 6 mesi 11.11.2015

Aggressione al carabiniere. Per la movida di settembre arrivano altre denunce 18.10.2015

2 risposte a "In manette il trio di etnia Rom artefice degli scontri del 20 settembre a Sulmona"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.