‘Stop alla Conferenza per autorizzare Ombrina’ 8 associazioni scrivono al Mise

Stop alla conferenza dei servizi, si rispetti la legge” chiedono in una lettera, indirizzata al Ministero dello sviluppo economico, i responsabili nazionali di Greenpeace, Wwf, Legambiente, Marevivo, Touring club, Pro natura, Fai e Italia nostra.

Fonte foto http://www.greenme.it/

Piattaforma e Fspo. La piattaforma sarà installata a circa 6 km dalla spiaggia e a 10 km la Floating production storage and offloading unit (Fpso), ovvero l’unità galleggiante di stoccaggio, necessaria per lo stoccaggio, il trattamento e lo scarico di idrocarburi

Solo la Corte costituzione può pronunciarsi sulla legittimità della legge regionale  29 del 2015 che vieta le introspezioni in mare, essendo organi esecutivi, mise e funzionari non possono far altro che applicare le disposizioni di legge. “Il ministero prenda atto, oltre che delle ragioni del territorio, della sussistenza della legge regionale 29/2015 e la rispetti annullando la conferenza di servizi convocata lunedì o quantomeno sospendendola nell’ipotesi di contestazione di tale norma per le vie della legislazione e non certo attraverso una semplice lettera di un dirigente che non ha e non può avere un valore sospensivo nei confronti di una norma approvata peraltro all’unanimità da un consiglio regionale regolarmente eletto e in carica” . Le 8 associazioni ambientaliste chiedono quanto meno di sospendere l’incontro programmato per lunedì e sempre che vengaa impugnata, innanzi la Corte per la questione di legittimità, la legge regionale che vieta le introspezioni in mare. Lunico parametro di legittimità delle leggi regionali è costituito dalla Costituzione e dalla Corte costituzionale (art. 134 Cost.) che appunto si pronunciar sulla legittimità delle leggi. “Fino a quando la Corte costituzionale, se sarà chiamata a farlo, non si pronuncerà in senso negativo sulla legittimità della legge, questa deve trovare piena applicazione – impuntano i piedi le associazioni ambientaliste e si domandano se – Il ministero è dello sviluppo economico e non dello sviluppo petrolifero, come sia possibile ignorare le istanze provenienti da gran parte del territorio e dai suoi rappresentanti istituzionali tese a sostenere una forma di sviluppo economico, sulla quale l’Abruzzo ha largamente investito anche con fondi europei, del tutto diversa da quella legata ai combustibili fossili, anche nell’ottica di contribuire alla lotta mondiale contro i cambiamenti climatici. I combustibili fossili rappresentano al contrario un deterrente e un ostacolo per una economia locale che ha retto all’urto della crisi dalla quale si sta appena cominciando faticosamente a uscire unicamente nei settori dell’agroalimentare e del turismo che in Abruzzo non registrano disastrose perdite occupazionali”.

Testo integrale della lettera inviata dalle associazioni

Approfondimenti

Report Ombrina: 24 anni di estrazioni per un totale di 4 settimane di fabbisogno soddisfatto 04.11.2015

Una risposta a "‘Stop alla Conferenza per autorizzare Ombrina’ 8 associazioni scrivono al Mise"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.