Petizione per scongiurare la pedonalizzazione di Corso Ovidio a Sulmona

Sulmona (Aq). Sono preoccupati per le modifiche annunciate sull’area a traffico limitato del centro storico di Sulmona. Sono assolutamente contrari alla pedonalizzazione di corso Ovidio, per il momento limitata al tratto che da via Antonio de’ Nino conduce a via Manlio D’Eramo, da chiudere totalmente al traffico veicolare. Sarebbe una sciagura per commercianti e residenti, per questo un gruppo di cittadini si sta organizzando, ha attivato una petizione cui hanno già aderito circa 200 persone per avanzare delle osservazioni scritte al sindaco Giuseppe Ranalli e alla sua giunta comunale.

Sulmona 1904
Sulmona 1904

Nella nota si sottolinea che il provvedimento metterebbe in difficoltà non solo i commercianti, per l’approvvigionamento delle merci, ma anche i diversamente abili, creando disagi ad anziani e famiglie che vivono in centro storico. “Apprendiamo con ansia e preoccupazione della proposta di deliberazione sulla revisione della Ztl dalla quale si evince la volontà dell’Amministrazione di voler istituire lungo Corso Ovidio, la Zona Pedonale nel tratto delimitato dalle Vie A. De Nino e M. D’Eramo.  Nella proposta di delibera se da un lato si vieta l’accesso ai residenti e titolari di attività, dall’altro non si indica per gli stessi alcun percorso alternativo per risolvere eventuali problematiche. Si rammenta alla Giunta che i residenti vengono già messi a dura prova per le varie manifestazioni che1 durante l’anno, si svolgono lungo Corso Ovidio o nelle piazze limitrofe, impedendone il rientro in motorizzato alle proprie case. A questa già pesante limitazione, si aggiunge l’odierna proposta di deliberazione con la quale l’Amministrazione pare voglia escludere definitivamente l’accesso dei residenti e dei titolari di attività commerciali  alle loro proprietà. Si ricorda che nella zona interessata dalla pedonalizzazione risiedono cittadini anche muniti di permesso per disabili, nonché i titolari di attività commerciali che andrebbero incontro a seri problemi di approvvigionamento  merci. La proposta di deliberazione oltre che politicamente inopportuna, si rivela del tutto immotivata sul piano giuridico. Non si comprende infatti per quale, peraltro discriminata, ragione interessi privati costituzionalmente garantiti, quali la libertà di accesso e circolazione veicolare e la libera  iniziativa, debbano  recedere a vantaggio di un presunto, ma non specificato, interesse pubblico alla pedonalizzazione di un solo tratto del Corso cittadino: Sulmona non è paragonabile alle città metropolitane. Pertanto, quali residenti e titolari di attività private interessati dalla delibera, esprimiamo il nostro totale dissenso sulla proposta pedonalizzazione del tratto del Corso Cittadino delimitato dalle Vie A. De Nino e M. D1Eramo, rilevandone sia l’ inopportunità che l/illegittimità, che ci riserviamo di far valere nelle sedi opportune, anche nel caso di approvazione”. Per aderire alla iniziativa si può firmare il documento con le osservazioni nel negozio di Nunzio Giovannelli, via San Cosimo n. 22. Plaude all’iniziativa Sovranità popolare che sostiene le ragioni dei cittadini di quest’area e non farà mancare la sua vicinanza.

Aggiornamenti

In 400 contro la chiusura di una parte del centro storico a Sulmona 12.11.2015

2 risposte a "Petizione per scongiurare la pedonalizzazione di Corso Ovidio a Sulmona"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.