Mail ai consiglieri regionali per un Parco marino da S.Vito a Rocca S.Giovanni

Non lo vogliono proprio istituire il Parco nazionale della costa Teatina. Che si fa allora, un attacco su più fronti? Gli ambientalisti No Ombrina, in queste ore, si scollano dal fronte che punta alla istituzionalizzazione del Parco nazionale della costa teatina e sollecitano l’avvio della procedura per l’istituzione di un’area che, in tutte le sue accezione, rappresenta proprio un piano di riserva.

Si chiamerà Parco marino, non è specificato se sia regionale o nazionale, ma prevedono di farlo sorgere tra San Vito e Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti. Sembrano alzare la posta gli attivisti, ma l’impressione è che siano rimasti solo loro in campo. L’avversario questa battaglia non la combatte più perché pensa di averla già vinta. Ai primi di settembre Legambiente e Wwf chiedevano che il Parco della Costa teatina fosse nazionale, ripudiavano l’idea di un’area regionale marina protetta e contavano sulla a valenza nazionale del Parco dei Trabocchi. Oggi pare che il fronte comune degli ecologisti si spacchi e solo una parte insista a puntare dritto alla firma del decreto del presidente della Repubblica. Lo zoccolo duro degli attivisti resta ancorato alla nascita del Parco nazionale della costa teatina. Tra le sostenitrici della istituzionalizzazione del Parco è anche Fabrizia Arduini, presidente Wwf zona frentana e costa teatina.

Sull’altro versante si dà il via all’operazione per posta elettronica. Questa volta i destinatari delle mail saranno i consiglieri regionali a cui si chiede di approvare una proposta di legge istitutiva del Parco marino protetto tra Rocca San Giovanni e San Vito chietino. Così il coordinamento No Ombrina chiede di condividere l’iniziativa e contrastare la deriva petrolifera programmata per l’Abruzzo anche dallo Sblocca Italia che stende il tappeto rosso al progetto Ombrina mare 2, piattaforma petrolifera della Rockhopper che sorgerà a 10 miglia dalla costa abruzzese.

Testo della lettera da inviare ai consiglieri regionali 

Egregio Consigliere,
con la presente voglio chiederLe di approvare quanto prima possibile la proposta di legge per l’istituzione di un Parco regionale marino nel tratto di mare antistante i comuni di Rocca San Giovanni e San Vito chietino in provincia di Chieti.
Ogni azione utile alla salvaguardia di quel tratto di mare deve essere messo in campo per scongiurare la realizzazione del progetto petrolifero Ombrina mare che per decenni, con al sua piattaforma e la mega-nave Fpso, metterebbe in pericolo l’ambiente e l’economia turistica e dell’agro-alimentare non solo abruzzese. Un eventuale incidente, come quello avvenuto nel 2011 presso una Fpso della Shell con la perdita di 40.000 barili di petrolio in mare, provocherebbe danni per miliardi di euro mettendo in ginocchio l’economia turistica di molte regioni deturpando una risorsa insostituibile come il nostro mare.
Il tratto in questione è uno dei più belli dell’intero Adriatico. L’istituzione del parco marino costituirebbe un valido strumento di contrasto alla deriva petrolifera.
Chiedo che la proposta sia approvata non solo in maniera rapida ma assicurando il coinvolgimento degli enti locali e degli uffici regionali secondo quanto suggerito dall’Ufficio legislativo del Consiglio regionale al fine di rendere inattaccabile il provvedimento. La pubblicazione sul Bura regionale deve avvenire assolutamente prima della prossima conferenza dei servizi sull’opera presso il Ministero dello Sviluppo Economico prevista per le prossime settimane. La ringrazio in anticipo per quello che farà in difesa degli interessi degli abruzzesi e di tutti i cittadini italiani.

Email dei consiglieri regionali

luciano.dalfonso@regione.abruzzo.it, alberto.balducci@crabruzzo.it, camillo.dalessandro@crabruzzo.it, donato.dimatteo@regione.abruzzo.it,giuseppe.dipangrazio@crabruzzo.it, sandro.mariani@crabruzzo.it, luciano.monticelli@crabruzzo.it, silvio.paolucci@regione.abruzzo.it,dino.pepe@regione.abruzzo.it, pierpaolo.pietrucci@crabruzzo.it, marinella.sclocco@regione.abruzzo.it, andrea.gerosolimo@crabruzzo.it,mario.olivieri@crabruzzo.it, maurizio.dinicola@crabruzzo.it, lucrezio.paolini@crabruzzo.it, lorenzo.berardinetti@crabruzzo.it,alessio.monaco@crabruzzo.it, giovanni.chiodi@crabruzzo.it, mauro.febbo@crabruzzo.it, paolo.gatti@crabruzzo.it,emilio.iampieri@crabruzzo.it, lorenzo.sospiri@crabruzzo.it, mauro.didalmazio@crabruzzo.it, giorgio.dignazio@crabruzzo.it,leandro.bracco@crabruzzo.it, sara.marcozzi@crabruzzo.it, riccardo.mercante@crabruzzo.it, gianluca.ranieri@crabruzzo.it,pietro.smargiassi@crabruzzo.it, domenico.pettinari@crabruzzo.it, mario.mazzocca@regione.abruzzo.it

Approfondimento

Legambiente e Wwf: il Parco della Costa teatina deve essere Nazionale 05.09.2015

Una risposta a "Mail ai consiglieri regionali per un Parco marino da S.Vito a Rocca S.Giovanni"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.