Avvelenamenti nel Parco d’Abruzzo unità Antidoto in azione

Avvelenamenti nel Pnalm Report-age.com 2015Collelongo (Aq). Due bocconi avvelenati, 2 cornacchie ed una volpe morte, le ricerche di Guardiaparco e agenti del Corpo forestale dello Stato sono scattate a seguito del ritrovamento di 2 carcasse di  volpe avvenuto nei giorni scorsi nei pressi di Amplero, località al confine tra i Comuni di Villavallelonga e Collelongo, nell’area di protezione esterna del parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. La nontagna è stata setacciata da parte a parte, per due giorni interi, con l’ausilio del nucleo cinofilo antiveleno del del Gran Sasso-Laga, nel corso della quale sono stati rinvenuti due bocconi avvelenati, 2 cornacchie ed un’altra di volpe morte.

Avvelenamenti nel Pnalm Report-age.com 2015Le operazioni di bonifica hanno interessato una vasta area compresa tra la località Le Querce e Amplero, con l’utilizzo di 5 cani per ogni giornata e 7 conduttori, oltre a 12 Guardiaparco e 12 Agenti del Corpo forestale dello Stato. Le carcasse degli animali rinvenuti sono stati analizzati dal veterinario del Parco che in relazione alle condizioni del ritrovamento e con riferimento a casi precedenti ha avanzato un’ipotesi di sospetto avvelenamento, inviandole all’Istituto Zooprofilattico d’Abruzzo e Molise di Teramo per gli esami specifici (analisi chimiche e necroscopiche), le sole che ci potranno rivelare le cause della morte degli animali. Sarà cura dell’Ente Parco portare a conoscenza dei mezzi di informazione i risultati degli esami non appena saranno comunicati, anche se è da premettere, per le prove tossicologiche approfondite sono necessari, normalmente, diversi giorni. mariatrozzi77@gmail.com

Forestale. Primo simulatore per contrastare le emergenze ambientali

 Castel Volturno (Caserta -Ce- Campania). Il suo nome è Serious game e servirà a formare ed addestrare in scenari di emergenza ambientale, si terrà domani, alle ore 11 presso  il Centro di Formazione del Corpo forestale dello Stato  di castel Volturno la presentazione del primo simulatore ad alta tecnologia per l’addestramento del personale Forest fire Area simulator.
L’inaugurazione ufficiale avverrà il giorno successivo, 9 ottobre alle ore 10 presso l’auditorium Don Peppe Diana del Centro di formazione nazionale del Cfs. Durante la conferenza saranno presentate alla stampa le potenzialità e le finalità dell’innovativo progetto digitale, unico nel suo genere a livello mondiale, a difesa degli ecosistemi forestali. Il simulatore consente di immergersi in modo realistico in un ambiente virtuale nel quale gli attori possono interagire in modo dinamico in diversi scenari ambientali, impiegando sistemi e attrezzature ordinariamente utilizzate nelle operazioni reali. Lo scopo è quello di formare e addestrare figure professionali da impiegare nelle attività contro i reati ambientali a vario titolo, dagli incendi boschivi fino alle catastrofi naturali e non, che spesso feriscono il nostro territorio ed il paesaggio italiano. L’addestramento è assolutamente innovativo: avviene all’interno di scenari tipici dei “serious games” di derivazione militare. Il simulatore Ffas garantisce agli allievi di acquisire anche un’impronta emozionale e sensoriale che si aggiunge alle consuete nozioni didattiche impartite con dei corsi tradizionali. Alla presentazione alla stampa saranno presenti per il Corpo forestale dello Stato: il Direttore della Divisione Protezione Civile e Pubblico Soccorso dr.ssa Daniela Piccoli e il Responsabile del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo  Marco Di Fonzo, Francesco Giannino dell’Università di Napoli Federico II, referente dell’attività di ricerca; Marco Massenzi Direttore della Business Unit government & industries della società Vitrociset spache ha curato la realizzazione del simulatore.

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.