Siringhe e buco nell’area di Santa Chiara parcheggio per tossici e alcolizzati

Foto Maria Trozzi ©Report-age.com
Foto Trozzi©

Sulmona (Aq). Siringhe e buco, aghi stranamente riposti nei contenitori in alcuni casi, decine di fiale e confezioni di pasticche vuote, sono tutti residui di medicinali gettati lì e che richiedono la prescrizione medica. Ancora una busta trasparente con altra immondizia del genere, questo è quello in cui si è imbattuta ieri sera Mara, 36 anni di Benevento, all’ingresso del parcheggio coperto della città peligna. É un punto di ritrovo di sbandati e tossici l’area esterna dietro l’ex convento di Santa Chiara, è ormai un azzardo attraversare i fazzoletti di verde in superficie e le pareti dell’area sono tutte imbrattate.  

Foto Mara

Quest’area appartiene alla città e sono in molti a chiedere di riscattarla, siamo a pochi metri da piazza Garibaldi, a due passi dalle famose arcate dell’acquedotto medioevale, ottava meraviglia del mondo, siamo in pieno centro storico. I sulmonesi vorrebbero andare con i loro figli lì a trascorrere qualche ora dei brevi pomeriggi invernali, vorrebbero portare gli animali da quelle parti, ma come si fa, chi mai penserà di mettere in sicurezza e risistemare il luogo. Il movimento 5 stelle insiste nel chiedere delle aree di sgambamento per cani agli amministratori, ma nessuno li ascolta mentre la bestialità diventa vertigine nel degrado e lo stato vergognoso dell’area è una calamita per barboni e tossici. Nel seminterrato della struttura sono state gettate persino delle scarpe di pezza in una fioriera di cemento stracarica di rifiuti, ortiche e ancora lattine, cartacce e altro, tutto è documentato anche questa mattina con immagini prodotte durante una passeggiata sul posto. 

Foto Maria Trozzi ©Report-age.com

Di sera si ha paura a trovarsi nei pressi del parcheggio di Santa Chiara, non rassicura il fatto che ci sia qualche telecamera nei paraggi, forse funzionante. Zona morta così l’ha definita Mara che ogni fine settimana viene a Sulmona e passa inquieta, perché davvero le sorprese non mancano, quella di ieri poi: “Se non per i cani, almeno attrezzassero per i bambini” propone la signora. “Paura” è la sensazione che si può provare da quelle parti a certe ore, l’area è sconsigliata o peggio off limits quando scende il buio. La struttura si presta allo sbando notturno. Quello che resta della notte è ancora lì dopo Mezzogiorno. Alcune bottiglie di birra sono raccolte in una busta di plastica a terra, a ridosso di una parete piena zeppa di segnacci e scritte datate, le altre bottiglie sono seminate un po’ ovunque nel prato vicino.

Foto Maria Trozzi ©Report-age.com

Sulla questione sicurezza in città è intervenuto anche il coordinatore di Sovranità popolare valle Peligna, Alberto Di Giandomenico, che ha chiesto e ottenuto dal sindaco di Sulmona, Giuseppe Ranalli, un tavolo in cui coinvolgere tutte le realtà produttive della città per avviare un confronto e vedere di cosa ha bisogno la comunità per ridurre rischi e pericoli, magari avviando l’iter per ripristinare i poliziotti di quartiere, per nuove impianti di video sorveglianza pubblica anche nelle periferie assieme a sistemi a sensori, che potrebbero installare anche i privati, quelli che si illuminano al passaggio evidenziando eventuali presenze non gradite. Insomma da qualche parte bisogna pure cominciare, l’importante è cominciare! mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamento

Sicurezza: movida sulmonese sotto controllo. Le operazioni di polizia proseguiranno 03.10.2015

Approfondimento

Sulmona. Macedone rapinato da un albanese. Arrestato dai Carabinieri dell’Aliquota radiomobile  18.09.2015

Siringhe e metadone nel giardino della cattedrale: San Panfilo anche con le pareti imbrattate 24.05.2015

Accampamento notturno dei magrebini: ex centro di formazione di viale Mazzini cade a pezzi 29.09.2015

Polizia Provinciale all’ex centro professionale partono sopralluoghi e accertamenti 30.09.2015

7 risposte a "Siringhe e buco nell’area di Santa Chiara parcheggio per tossici e alcolizzati"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.