Investito da un auto, così è morto il cervo avvistato tra Pescara e Montesilvano

Pescara. Su via De Gasperi, non molto lontano dal luogo dell’avvistamento, è stato investito il cervo avvistato la scorsa settimana sulle colline di Montesilvano, immortalato in alcune foto scattate da alcuni passati. Il cervo purtroppo è morto,  illeso il conducente che ha dichiarato di non aver potuto evitare l’impatto, in curva. Dopo l’incidente, sul posto l’altra sera, è intervenuta la Polizia stradale di Pescara per i rilievi e il servizio veterinario della Asl ha prelevato la carcassa dell’animale. 

A caccia di bellezze: magnifico esemplare di cervo tra Montesilvano e Pescara

Pescara. Ieri  mattina, per caso, Pasquale Cacciacarne, attivista e presidente dell’associazione Bed and Breakfast Parco Maiella Costa Trabocchi, ha avvistato un cervo lungo l’argine di un fosso di un ruscello che delimita il confine tra Pescara e Montesilvano.
Copertina Pasquale Cacciacarne
Foto Pasquale Cacciacarne
Foto Pasquale Cacciacarne
Proprio dove comincia la circonvallazione per Pescara è stato avvistato un Cervo, dietro l’impianto di distribuzione del metano, la sua presenza è stata segnalata al Corpo forestale dello Stato, lo splendido animale è stato immortalato da questa immagine di Pasquale Cacciacarne e nell’area il cervo è stato notato passare anche da altri. L’esemplare è davvero incantevole però all’ambientalista è sembrato un po’ spaesato. Speriamo che per l’animale sia andato tutto bene e che nessuno si sia frapposto tra lui e il suo cammino. Considerata la fame di caccia che in Abruzzo troppo spesso colpisce indiscriminatamente qualsiasi specie animale, inclusi cervi e caprioli e nonostante i divieti, ricordiamo alle doppiette che la modifica al regolamento ungulati (10/2004) importa l’attivazione degli Ambiti territoriali di caccia per un censimento, quando sarà concluso il monitoraggio di caprioli e cervi i data saranno ricevuti dall’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale procederà a pianificare, secondo la normativa nazionale, interventi per contrastare con metodi ecologici e non cruenti, l’eventuale sovrappopolazione della specie. Una volta dimostrata l’inefficacia di questi sistemi non cruenti, certificata dall’Ispra, si passerà a un prelievo venatorio, ovverosia alla caccia vera e propria dei cervidi sempre se risulteranno in soprannumero e nessuno dà per scontato che si arriverà ad ammazzarli, per la piega presa dai bracconieri alla semplice notizia della modifica della disciplina per la gestione degli ungulati. mariatrozzi77@gmail.com
Aggiornamento
Approfondimento

Una risposta a "Investito da un auto, così è morto il cervo avvistato tra Pescara e Montesilvano"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.