Rete di spacciatori smantellata in Marsica dai Carabinieri di Tagliacozzo

Tagliacozzo (Aq). Non a caso Hummer, cosa o persona che ronza, è il nome dell’operazione contro lo spaccio di strada condotta dai Carabinieri di Tagliacozzo che hanno smantellato una rete radicata di pusher residenti in Marsica. Hummer ha portato a 5 arresti, 2 obblighi di dimora e 19 indagati, solo la posizione dello spacciatore minore è ancora al vaglio della Procura per i minori dell’Aquila. Le indagini sono durate alcuni mesi e così sono scattate le manette per dei piccoli spacciatori, quasi tutti incensurati, che si rifornivano nel mercato romano di stupefacenti e ronzavano attorno a scuole, piazze e locali, piazzando la droga a Tagliacozzo, Magliano dei Marsi e Scurcola Marsicana.

Arrestati spacciatori Marsica Report-age.com 2015Gli snodi dello spaccio erano gli istituti scolastici, le piazze, le centralissime strade delle località marsicane e i locali pubblici, i sette vendevano a prezzi di mercato hashish, marijuana e cocaina, centinaia le cessioni, le dosi purtroppo erano destinate soprattutto a clienti giovanissimi, dai 15 ai 18 anni, che dai semplici spinelli sono passati a sniffare cocaina, magari tagliata con chissà quale altra porcheria per rendere accessibile i prezzi della dose e per un largo consumo dello stupefacente un tempo consumato da una stretta cerchia di clienti, diciamo d’élite. La cosa che più brucia è che gente senza scrupoli ha fatto sì che dei ragazzini diventassero dei tossicodipendenti e la droga ha rovinato la serenità delle loro famiglie. Disperata, la madre di uno studente si è rivolta alle forze dell’ordine, ha chiesto aiuto ai Carabinieri di Tagliacozzo denunciando quanto accadeva dinanzi la scuola del suo ragazzo dove gli sopacciatori agganciavano molti giovani che così sono finiti nel tunnel della droga. Questa mattina i Carabinieri  della Compagnia di Tagliacozzo, supportati dalle unità cinofile antidroga provenienti da Chieti e dai militari della Compagnia di Avezzano, hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare e 2 provvedimenti di obbligo di dimora nei confronti di alcuni marsicani. Le persone denunciate al termine dell’attività sono state 19 e tra gli spacciatori figura anche un minore la cui posizione viene vagliata in queste ore. La custodia cautelare è stata disposta per Luigi Barbonetti, 24 anni, residente a Luco dei Marsi, Vincenzo Casale, 34 anni, residente a Tagliacozzo, Alessandro De Luca, 23 anni, residente a Tagliacozzo, Luigi Liberati, 44 anni, domiciliato a Tagliacozzo, Stefano Rubeo, 31 anni, residente a Tagliacozzo. Tutti e 5 gli arrestati si trovano ora in regime di arresti domiciliari nelle proprie abitazioni. Obbligo di dimora nel Comune di residenza invece per Giuseppe Angeloni, 19 anni, residente a Magliano dei Marsi e Marcello De Luca, 24 anni, residente a Tagliacozzo.

Impegnati nelle indagini, partite a novembre scorso, i militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Tagliacozzo, guidata dal capitano dei Carabinieri Edoardo Commandé, hanno ricostruito nel dettaglio i diversi passaggi delle sostanze stupefacenti piazzate dai marsicani. Pedinamenti, intercettazioni e servizi di controllo e osservazione hanno permesso di raggiungere il risultato. Per i 7 colpiti oggi dal provvedimento cautelare il giudice per le indagini preliminari ha ritenuto sussistente il pericolo di reiterazione del reato e ha pertanto deciso di applicare delle misure restrittive nei loro confronti. I servizi di osservazione hanno permesso di scovare l’attività di spaccio denunciata nei pressi di scuole o dei locali pubblici. Con l’utilizzo di strumenti tecnici, tipo intercettazioni telefoniche, è stato possibile ricostruire una vera e propria rete di spaccio su strada nell’area tra Tagliacozzo, Scurcola Marsicana e Magliano dei Marsi. I riscontri sono arrivati poi grazie ai servizi di appostamento, controllo e perquisizione. Il titolare dell’indagine è il Sostituto procuratore Roberto Savelli della procura di Avezzano. Tra gli indagati anche una donna, studentessa 21enne, che avrebbe fatto da tramite per alcune cessioni di droga. Per il resto si tratta di studenti e operai, 2 di nazionalità marocchina e un albanese, tutti vivono in Marsica. Tra gli indagati alcuni hanno precedenti: N. C. 35enne, a gennaio finì in manette per pochi grammi di cocaina, l’uomo risiede a Roma così anche A.R., 37 anni. Non mancano precedenti di polizia per il bracciante agricolo A. H., marocchino di 37 anni, residente ad Avezzano ed è così anche per E. K., marocchino di 20 anni, arrestato per spaccio. Nessun precedente per il resto degli indagati: F. B., 26 anni, residente a Roma; A. N., albanese di 23 anni residente a Tagliacozzo; E. D. G., 18 anni di Massa d’Albe, R. D. A., 18 anni, G. P. (unica donna tra i 19 indagati), 21 anni; G. T. 20 anni; P. C., 33 anni ; F. P., 21 anni, quest’ultimi residenti a Tagliacozzo. mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti 

Altra droga e denunce per indagati operazione Humner 17.10.2015

Mezzo chilo di Hashish nell’armadio 45enne arrestato dai Carabinieri 13.10.2015

Altro in cronaca Marsica

Sottrae un giubbino dal negozio, arrestato per furto aggravato

Avezzano (Aq) 26.09.2015 I poliziotti di Avezzano, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno arrestato T. E. M. extracomunitario di 23 anni.

Presso un noto negozio del Centro Commerciale I Marsi il giovane è stato bloccato dalla vigilanza poiché mentre usciva dall’esercizio commerciale di è accenso il sistema antitaccheggio. Per il 23enne è stata allertata la centrale operativa del Commissariato che ha  inviato sul posto una volante. Gli operatori hano accertato che lo straniero era stato fermato mentre cercava di allontanarsi dal negozio di abbigliamento dopo aver rotto la placca antitaccheggio dall’indumento indossato cercando di disfarsene gettandola tra i vestiti in esposizione. La placca però non è stata completamente rimossa e il rimanente è stato associato al giubbino indossato dall’arrestato che pochi minuti prima era esposto all’interno del negozio. Lo straniero, irregolare sul territorio nazionale e senza una fissa dimora, è stato accompagnato presso il Commissariato di pubblica sicurezza dove è stato identificato. E’associato nella Casa circondariale San Nicola di Avezzano.

2 risposte a "Rete di spacciatori smantellata in Marsica dai Carabinieri di Tagliacozzo"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.