Caccia a cervi e caprioli: la Regione fa orecchie da mercante

L’Aquila. La norma che aggiunge cervi e caprioli da monitorare in Abruzzo è la modifica al regolamento ungulati che non sarà rivista o ritirata, sta bene così, chiariscono in Regione “a monte c’è una legge che la prevede” carica l’assessore all’agricoltura Dino Pepe, ma se la gestione faunistico-venatoria è affidata ai cacciatori e se il presidente della commissione regionale agricoltura, Lorenzo Berardinetti, riferisce che “cambiano le regole per sapere, con precisione, in quali territori cervi e caprioli insistono e in che rapporto sono rispetto alle altre specie come il cinghiale”. Solo l’accostamento di queste specie fa leggermente inorridire anche se i palchi dei cervi danno qualche problema all’agricoltura e alla silvicultura, non sembra che sia però un enorme problema di sopravvivenza ambientale ed economico come lo si prospetta per i cinghiali e allora perché tanta agitazione.

Capriolo Foto G. C. Report-age.com 2015Finito il monitoraggio di caprioli e cervi, se questi risulteranno in soprannumero, in passato era accaduto per i cinghiali, i dati forniti dall’Ambito territoriale di caccia saranno ricevuti dall’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale procederà a pianificare, secondo la normativa nazionale, interventi per contrastare con metodi ecologici e non cruenti, la sovrappopolazione della specie. Una volta dimostrata l’inefficacia di questi sistemi non cruenti, certificata dall’Ispra, si passerà a un prelievo venatorio, ovverosia alla caccia vera e propria dei cervidi. L’unica cosa per evitare una carneficina è seguire il consiglio del Wwf che invita ad escludere la lobbi dei cacciatori nella gestione dei piani di gestione sui cervidi e di ritirare la modifica del regolamento, ma in Regione fanno orecchie da mercante. mariatrozzi77@gmail.com
Aggiornamenti
Approfondimento

Una risposta a "Caccia a cervi e caprioli: la Regione fa orecchie da mercante"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.