Effetto Giostra: lampione a piazza Garibaldi piegato e cordoli frantumati. Chi paga?

Sulmona (Aq). Il torneo si è concluso, piazza Maggiore torna ad esse piazza Garibaldi anche se ferita. Ogni anno viene recuperata con qualche coccio rotto, in realtà viene restituita all’intera comunità in condizioni pietose, così ancora oggi i fatti ci danno pienamente ragione con un lampione colpito alla base, inclinato, forse pericolante e ancora cordoli e mattonelle spaccati ovunque. 

 Foto G. L. C. Report-age.com
Foto G. L. C. Report-age.com

É lecito sapere, ma soprattutto è ora di capire quanto l’amministrazione di Sulmona spenda per riparare questo genere di danni, dopo un ventennio di giostra è giunto il momento di spingere i dirigenti di palazzo San Francesco a predisporre dei sopralluoghi prima e dopo gli interventi sul plateatico. Per valutare lo stato dell’anello prima che si carichi di terra, ad esempio, o prima che si installino palchi per concerti e tribune, poi quando la piazza viene liberata dal terriccio sabbioso e dalle altre strutture. Occorre soprattutto fare un bilancio dei danni al plateatico, fiore all’occhiello della città, verificare le disfunzioni che prima delle manifestazioni non erano presenti. Questo per chiarire alla popolazione il costo delle riparazioni e per sapere a carico di chi sono le spese e sino ad ora chi le ha sopportate. Da decenni in questa stagione una fetta consistente della piazza finisce in macerie come fosse stata bombardata e se aggiungiamo gli strascichi di rifiuti che lasciano le manifestazioni (le immondizie gettate nei cassonetti di Sulmona dai comuni ricicloni confinanti sono costate un aumento del 10% della Tari ai cittadini), i danni dei mercati del mercoledì e sabato con chiazze d’olio a terra, la vasca del fontanone ridotta ad una cloaca e tanta altra sporcizia a carico di Sulmona, allora la bilancia pesa da una sola parte, quella vessata e soffocata dalle tasse.

Non è per fare polemica, ci mancherebbe, ma si tratta di beni della comunità e di soldi pubblici, soldi nostri. La risistemazione del plateatico, anno dopo anno e soprattutto dopo la manifestazione Giostra cavalleresca, procura non pochi danni anche a piazza Garibaldi: cordoli rotti, pezzi di plateatico in frantumi, cataste di immondizie in più da smaltire e quest’anno persino un lampione mezzo piegato. Il palo dell’immagine è installato sul plateatico, da decenni, dalla parte della chiesa di San Filippo e prima della definizione del campo di gara sembrava in ottime condizioni. Chi pagherà per tutto questo, forse la ditta incaricata di ripulire la piazza dalla sabbia? Forse l’associazione Giostra? O forse si farà finta di non vedere e tutto sarà a carico della collettività per evitare magari che aumenti il premio assicurativo a carico delle aziende che con i loro mezzi fanno pulizia , ma a costi contenuti. In periodi di calamità e di crisi come questa la copertura dei danni provocati dalle ruspe che operano sul bene comune, forse a carico delle ditte, farebbe desistere le imprese edili, poi, dall’impegno futuro di ripulire la piazza o le strade cittadine dalla coltre bianca.

La stessa cosa accade quando, con le ruspe, si provvede a sgomberare i viali dalla neve che in valle cade copiosa. Tutelare il patrimonio comune è un dovere per l’amministrazione che dovrebbe avere il polso della situazione per controllare le aree messe a disposizioni prima e dopo le manifestazioni o le operazioni di sgombero dalla neve. Danni del genere sono più che probabili e giustificabili, ma il Comune non può far ricadere tutto in testa ai cittadini che vanno tutelati dai danni impegnando i diretti responsabili a ripararli e senza sottostare al ricatto di chi, se causa dei danni durante i lavori e deve risponderne, per ripicca poi si rende indisponibile per le future emergenze determinate soprattutto dal maltempo. mariatrozzi77@gmail.com

Galleria delle invasioni banbariche

Aggiornamenti

Lampione danneggiato rimosso, su piazza Garibaldi tanta sabbia, pietre nella vasca e cordoli rotti 06.08.2015

Una risposta a "Effetto Giostra: lampione a piazza Garibaldi piegato e cordoli frantumati. Chi paga?"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.