Roghi nella notte a Punta Penna, Marra: “Vasto non si farà intimidire”

Vasto (Ch). Assediata da diversi incendi la riserva della costa teatina, Punta Penna a Punta Aderci, brucia nella notte. Solo ieri focolai si sono sviluppati, in punti differenti, nella notte. Ora sono sotto controllo, ma le fiamme hanno impegnato le squadre dei vigili del fuoco di Vasto e Ortona in una poderosa azione di spegnimento assieme a guardia costiera e carabinieri chiamati a coadiuvare le operazioni per mettere in sicurezza le aree colpite.

Uno tra i promontori più incantevoli della costa adriatica è in pericolo, finito da anni nel mirino di qualcuno o qualcosa che sembra sapere il fatto suo. “Incendi a distanza di 10 giorni e al termine di una serata di arte e cultura svolta nella Riserva di Punta Aderci, sono la prova di una vera e propria dichiarazione di guerra nei confronti della Riserva e della sua gestione – così l’assessore comunale alle aree protette Marco Marra pronto a denunciare con il sindaco i roghi di questo mese – Domattina, insieme al sindaco, presenteremo formale querela alla Procura della Repubblica, affinchè si indaghi in maniera approfondita con l’obbiettivo di stanare questi infami delinquenti – Vasto non si farà intimidire da chi sfoga le proprie frustrazioni con atti vigliacchi contro le nostre bellezze naturali”. Purtroppo continua a bruciare l’area protetta. Il primo incendio a Punta Aderci, del 2 luglio, è divampato sempre alle prime ore del giorno compromettendo l’habitat del promontorio in direzione della spiaggia di Punta Penna. Ieri, ieri è andata in fumo proprio la piana di questa spiaggia. Le fiamme si sono sviluppate in altre 2 aree, nel tratto compreso tra l’area industriale e la ferrovia, altri due roghi a decine di metri di distanza l’uno dall’altro. A brucia inoltre l’area tra la piana del faro e la chiesetta di Santa Maria di Pennaluce. Le fiamme hanno interessato i lati della strada che conduce alla sede della Guardia costiera rendendo difficili le operazioni di spegnimento lungo il pendio che degrada al mare. A firmare gli incendi è la stessa mano? E’ uno stesso disegno criminale? Qualcuno avrà la pazienza di attendere almeno 10 anni per mettere mano alle aree incenerite e costruire? O forse è la follia incendiaria di un piromane? Qualunque cosa sia sta riducendo in cenere uno dei luoghi più affascinanti della costa abruzzese che brucia ormai da una decina di giorni. mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimento

Incendi a Punta Aderci, in cenere il promontorio sul mare

Vigili del Fuoco a Punta Aderci Report-age.com 20152 luglio 2015 “Fumo e fiamme nella parte meridionale del promontorio, in direzione della spiaggia di Punta Penne” i pescatori danno l’allarme, alle prime ore del giorno, si trovano all’interno del bacino portuale e lo stesso segnale viene lanciato dagli uomini della Capitaneria di Porto. Sul posto sono intervengono i Vigili del Fuoco del distaccamento di via Madonna dell’asilo di Vasto. Forse le fiamme riprendono vigore, sta di fatto che nel pomeriggio dello stesso giorno brucia un’area del Sinello e le lingue di fuoco si sollevano ancora, è provvidenziale l’intervento dei volontari della Protezione civile diretti da Eustachio Frangione. “Un gesto intimidatorio ad opera di balordi che non ci spaventa, nè mette in discussione il percorso di costituzione del Parco della Costa teatina” reagisce così Marco Marra, assessore ai parchi e all’ambiente del Comune di Vasto, alla notizia dell’incendio doloso divampato nella Riserva naturale di Punta Aderci. É sempre più  forte il sospetto che dietro le fiamme ci siano interessi economici imponenti che vorrebbero convertire in colate di cemento l’area protetta.

Potrebbe essere la stessa mano che estati fa infiammò la parte settentrionale della riserva, danneggiandola. Nel 2012 fini nel mirino incandescente dei piromani la spiaggia di Mottagrossa devastata con 5 incendi, ancora lo scorso anno si è evitato il peggio grazie a 4 interventi di spegnimentoa fermare i roventi progetti che si vorrebbero realizzare sulle spiaggi del vastese sono le sentinelle, amici dell’Ambiente. mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Incendi di Fosso della farfalle e Punta aderci: criminali o autocombustione? 14.09.2015

Per Amore di Punta Aderci nasca, davvero, il Parco della costa Teatina 15.07.2015

2 risposte a "Roghi nella notte a Punta Penna, Marra: “Vasto non si farà intimidire”"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.