Scontro tra 93enne e 40enne, vengono alle mani nelle campagne di Pratola

Pratola Peligna (Aq). Degenera l’alterco che ribolle in questa torrida mattina d’estate, tra le floride terre della valle Peligna. Così alle reciproche offese, seguono ceffoni a piene mani e si scatena il putiferio nelle roventi campagne, è scontro tra un 40enne e addirittura un uomo di 93 anni, legati da un rapporto di parentela. Non è un confronto alla pari. L’azzuffata s’interrompe solo all’arrivo dei Carabinieri della Stazione di Pratola Peligna che separano i parenti e dispongono il trasporto per il soccorso di entrambi.

Campo di Grano Corfinio Foto Trozzi Report-age.com 2015Così finiscono al Pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona i due, ad avere la peggio è l’anziano, a quanto pare sposato in seconde nozze con la nonna del 40enne con cui si è preso a botte oggi. Il 93enne se la caverà con diversi giorni di prognosi, ha riportato escoriazioni alla testa e alle mani dopo aver avuto a che fare con il nipote, un fusto di 110 Kg, 1 metro e 90 cm di altezza e appena 40 anni alle spalle che si lamenta però di essere stato colpito alla testa con un bastone, dopo essersi confrontato con un vecchio. Da una prima occhiata al pronto soccorso non sarebbero visibili i segni della bastonata.

Accade tutto tra le campagne di Fonte sant’Angelo, località agricola della cittadina Peligna, verso le ore 9.00 parte il battibecco, c’è così tanta rabbia tra i due che la tensione si può tagliare col filo e il contrasto è in pieno svolgimento quando i militari dell’Arma intervengono sul posto, per fortuna. I parenti pratolani da tempo erano ai ferri corti e soprattutto in principio condividevano il cattivo rapporto con un altro componente della famiglia. Il nemico comune li univa, da lì è cominciato tutto. L’anziano decide di offrire un fazzoletto di terreno da coltivare al nipote della moglie. Tutto fila liscio per un po’, ma l’idillio s’interrompe quando il 40enne ricuce i rapporti con il padre che rimane ancora in pessimi rapporti con l’anziana coppia. Quando si ravvicina al papà il rapporto con il 93enne si guasta, l’anziano rivuole indietro i terreni da coltivare. Il 40enne si nega, rifiuta e questa mattina il patatrac. Mettere le mani addosso ad un anziano non è da tutti, soprattutto se alla base della lite c’è una riappacificazione familiare. Provvidenziale l’intervento dei militari dell’Arma che hanno evitato conseguenze ben più gravi soprattutto per l’anziano alle prese con 110 kg di collera sui generis. mariatrozzi77@gmail.com

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.