Rete 4 nell’aquilano. Imprenditore cede appartamenti vuoti ai profughi per risollevarsi dalla crisi

Imprenditore edile cede appartamenti per profughi Report-age.com 2015Fagnano Alto (Aq). Alle 20.30 su Rete 4, Mediaset, nella trasmissione Dalla vostra parte andrà in onda un servizio su Fagnano Alto (Aq). Un imprenditore ha deciso di unire le emergenze, quella dei profughi e della mancanza di alloggi, per risollevarsi dalla crisi. E’ contraria, all’iniziativa dell’uomo, un’intera popolazione.

Fonte immagine di copertina: Tumblr

Proprio nell’aquilano l’imprenditore di Prato, Francesco Giaimò, proprietario di 12 appartamenti vuoti a Fagnano Alto, non sarebbe riuscito a vendere gli immobili e così ha messo i locali a disposizione della Fraterna tau onlus, ente di beneficenza dell’Aquila, per ospitare circa 50 migranti, ma in paese sono appena 60 a risiedere e ci sono ancora le macerie del devastante terremoto del 2009. Pare che l’imprenditore di Prato (Toscana) risenta fortemente della crisi economica e con gli introiti derivanti dall’accoglienza risolverebbe, almeno in parte, le difficoltà finanziarie. E’ stato intervistato il sindaco di Fagnano, Francesco D’amore, che come la popolazione del piccolo comune è contrario al progetto. mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimenti del giorno

Profughi ospitati a Sulmona: non c’è chiarezza sul numero 

Una risposta a "Rete 4 nell’aquilano. Imprenditore cede appartamenti vuoti ai profughi per risollevarsi dalla crisi"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.