Avevano fatto man bassa in città. Cadono nella rete 3 ladri, arrestati

Refurtiva
Refurtiva

Tagliacozzo (Aq). Nelle ultime settimane avevano portato a segno numerosi colpi negli esercizi commerciali e nelle abitazioni dell’area di Tagliacozzo, finalmente i ladri sono stati fermati e sono tutti originari della Romania.

Si tratta di 3 pregiudicati di nazionalità rumena, Mihai Pelin, nato nel 1989, residente a Tagliacozzo, Mihaita  Rosca, nato nel 1992, residente a Tagliacozzo e Nandu Jonut Mastahac, nato nel 1989, domiciliato a Sante Marie.

Hanno tutti precedenti per reati contro il patrimonio, nelle ultime settimane avevano commesso una serie di furti in danno di abitazioni private e di noti esercizi pubblici di Tagliacozzo tra cui quelli avvenuti 2 notti fa nell’area del centro storico. Questa volta sono caduti in trappola. Da diversi giorni infatti gli stranieri erano monitorati dai militari, con particolare riferimento al 26enne (Pelin) e al 23enne (Rosca) che erano stati già arrestati a marzo a seguito del furto di 100 kg di rame commesso a Canistro (Aq), nottetempo. Servizi di osservazione e pedinamento, con l’impiego massiccio di militari in abiti borghesi e concentrati nelle ore notturne, sono stati indispensabili per avere un costante controllo sui movimenti dei giovani. Inoltre alcune pattuglie con militari in divisa sono state dislocate in punti chiave per bloccare possibili vie di fuga.Oggi, verso le ore 3 i ladri sono entrati in azione al bar del distributore (Ip) sulla via tiburtina di Tagliacozzo. Mentre Mastahac restava in auto col motore acceso, a fare da palo, Rosca ha forzato la porta e ha rubato i soldi contenuti nella cassa e diversi tabacchi tra cui stecche di sigarette e vari tipi di sigari. I militari sono intervenuti appena dopo il furto e così impreparato all’arrivo repentino dei carabinieri Rosca ha tentato di fuggire a piedi, cercando di far perdere le sue tracce nei campi circostanti e liberandosi della refurtiva gettata per strada. Mastahac è partito invece a forte velocità sulla Tiburtina in direzione di Scurcola Marsicana (Aq), ma dopo poche centinaia di metri è stato fermato da un posto di blocco dei Carabinieri che lo stavano aspettando. Rosca, forse convinto di non essere stato riconosciuto, è tornato verso casa, ma nei pressi dell’abitazione ha trovato alcuni militari in borghese, appostati da tempo, a cui ha cercato invano di spiegare che rientrava da una semplice passeggiata. Pelin ha partecipato ad altri furti, ma questa notte era rimasto a dormire nell’abitazione dell’amico, Rosca. Il 26enne ha opposto resistenza quando sono entrati i militari a casa per eseguire la perquisizione domiciliare. Urla e strattoni non sono bastati per liberarsi dalle divise, il romeno è stato immobilizzato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Le perquisizioni eseguite dagli uomini del capitano, Edoardo Comandé, hanno consentito di recuperare una quantità incredibile di materiale sospetto, di dubbia provenienza, probabilmente per la gran parte sottratto nelle abitazioni e negli esercizi commerciali svuotati in queste ultime settimane. Attrezzi da giardino, ferramenta varia, computer portatili, televisori, fotocamere digitali insomma c’era di tutto nell’appartamento del romeno. Le numerose vittime dei furti saranno presto chiamate dai militari dell’Arma per riconoscere gli oggetti di proprietà sottratti e così garantirne la restituzione.

Aggiornamenti

Ladri romeni arrestati e minacciati spuntano le pistole tra la refurtiva 16.06.2015

Liberi i 3 ladri rumeni minacciati con un volantino dopo gli arresti per la raffica di furti a Tagliacozzo 15.06.2015

Nella notte tra sabato e domenica 14 giugno, dunque qualche giorno dopo gli arresti dei 3 rumeni, sono stati seminati in città dei volantini che inneggerebbero all’odio razziale e alla violenza . Nel testo i 3 dell’Est verrebbero minacciati.

3 risposte a "Avevano fatto man bassa in città. Cadono nella rete 3 ladri, arrestati"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.