Skip to content

Encomio ai carabinieri che salvarono un donna a Sulmona

L’Aquila.Le salvarono la vita, in un livido pomeriggio di febbraio, quel gesto è stato premiato nel corso delle celebrazioni dell’Arma dei Carabinieri, lo scorso 5 giugno nel capoluogo di regione. Una donna di Sulmona (Aq) nello sconforto e nella totale disperazione aveva deciso di farla finita. La signora, sposata e con figli, era preda della depressione e, come spesso accade in questi casi, davvero non ragionava più. Era completamente fuori di sé quel giorno, aveva deciso di morire, lei era in bilico su un viadotto del fiume Vella e stava per buttarsi, a salvarla in quel freddo lunedì (3 febbraio 2014) sono stati un passante e 2 militari dell’Arma.  

Aggiornamento

Encomio Zenobi Colaizzi Report-age.com 2015A notarla sulla rete di protezione del ponte era stato un uomo, di passaggio, che insospettito dalla presenza della donna a quell’ora e in un punto tanto pericoloso aveva subito avvertito i carabinieri. Erano di turno, in quel tardo pomeriggio, il maresciallo capo Vincenzo Zenobi e l’appuntato Gianni Colaizzi, del Nucleo operativo radiomobile del Comando compagnia di Sulmona. Già in perlustrazione, la pattuglia guidata dal maresciallo Zenobi è arrivata sul posto in un baleno, appena intercettata la donna il maresciallo non ha perso tempo e un secondo dopo ha cominciato un’intensa e delicata opera di mediazione per dissuadere la 45enne dall’intento suicida. Coordinandosi a perfezione i due militari dell’Arma hanno provato a convincerla e così, mentre le parlavano, il maresciallo Zenobi è riuscito ad avvicinarsi e ad afferrare la donna con il collega che ha preso le braccia della signora per portarla al sicuro. Due giorni fa, nel corso delle celebrazioni del 201esimo anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, nel comando provinciale dell’Aquila, tra i riconoscimenti assegnati ai coraggiosi carabinieri operativi nella provincia, questo valoroso gesto è stato premiato con un encomio del comandante della legione carabinieri abruzzo, generale di Brigata, Claudio Quarta. A consegnare il riconoscimento al maresciallo capo Vincenzo Zenobi e all’appuntato scelto Gianni Colaizzi è stato il prefetto dell’Aquila Francesco Alecci. Questa è la motivazione: “Comandante e addetto di aliquota radiomobile di nucleo operativo e radiomobile di compagnia distaccata, evidenziando ferma determinazione e qualificata professionalità, non esitavano a bloccare una donna che, in preda a una crisi depressiva, era in procinto di lanciarsi dal viadotto, riuscendo, dopo un efficace opera di persuasione, a evitare il compimento dell’insano gesto”.

Zenobi e Colaizzi

Zenobi e Colaizzi

Sono sin troppo frequenti, nell’aquilano e in valle Peligna, episodi come questo e inquietano i grandi numeri dei suicidi tentati e riusciti, purtroppo. Le forze dell’ordine sono preparate ad affrontare anche queste emergenze così particolari e quando si riesce ad arrivare in tempo è come dare luce a chi è stato ingoiato dalle tenebre della malattia, della crisi ormai endemica che ci fa vittime dentro e fuori i nostri corpi. Tante donne pagano le conseguenze di un’esistenza disumanizzante e per tante vittime si è persa memoria nella routinante quotidianità delle notizie mordi e fuggi dove non si viene mai a capo del mosaico del disagio perchè la storia della sofferenza umana è solo intuibile, ma va affrontata davvero a livello amministrativo e istituzionale dando a queste creature la possibilità di tornare a vivere come tutte le altre invece di relegarle negli angoli stretti e angusti della solitudine comune e generale.  mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimenti

Arma dei Carabinieri 201 anni celebrati alla Rebeggiani di Chieti 05.06.2015

Donna trovata morta in bagno a Sulmona 16.05.2015

Giù dal quinto piano, muore 51enne di Sulmona 12.01.2015

Smembrato il Cim. Tardio: “Lo scatolone giallo non è idoneo” 23.10.2014

Trasloco frettoloso del Cim, 1200 utenti disorientati e medici spiazzati 22.10.2014

Una strada per Armida Miserere. Presto la petizione per intitolare una via alla “dura di Sulmona” 15.08.2014

7 Comments »

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: