Non c’è veleno dov’è stata trovata l’orsetta Morena, si cerca la mamma

Pescasseroli (Aq). Rientra l’allarme nell’aquilano, nei territori del Pnalm e nello specifico a Gioia dei Marsi, Lecce nei Marsi e Villavallelonga. Non c’è veleno nell’area in cui è stato recuperata, qualche giorno fa, l’orsetta Morena di 3 mesi, lo conferma l’infallibile olfatto di Antidoto, il cane antiveleno del Corpo forestale dello Stato.

Antidoto Cane antiveleno della Forestale Report-age.com 2015Sono stati setacciati 10 km² di area del Parco, grazie all’impiego di oltre 80 uomini impegnati nelle ricerche di eventuali bocconcini killer per 4 giorni. Il Corpo forestale dello stato e le Guardie del Parco, incluse le 2 unità cinofile antiveleno, hanno dato il meglio, hanno accertato l’assenza di bocconi avvelenati e di altri animali deceduti. A seguito del ritrovamento della cucciola e della carcassa di un lupo, all’interno dell’area di protezione esterna del Parco nazionale di Abruzzo Lazio e Molise in località Prati d’Angro nel comune di Villavallelonga (Aq), si era ipotizzato che mamma orsa potesse essere morta a seguito di cause non naturali. Si era fatta strada questa eventualità per i recenti rinvenimenti, nella stessa area, delle carcasse di alcune volpi avvelenate e, nella giornata di venerdì, a poca distanza dalla località Prati d’Angro, gli agenti della forestale e le Guardie del Pnalm avevano ritrovato anche un lupo adulto morto. Immediatamente sono scattate le operazioni di rastrellamento, con pattuglie miste tese a verificare se sul territorio non vi fossero animali deceduti per cause sospette, contestualmente sono state attivate anche 2 unità cinofile antiveleno del Corpo forestale dello Stato dislocate presso il Parco nazionale del Gran Sasso monti della Laga. Nell’attività di ricerca di mamma orsa ed in quella di elitrasporto delle unità cinofile antiveleno è stato utilizzato un elicottero della base Aerea di Pescara del Corpo Forestale dello Stato.

Squadra antiveleno della Forestale Report-age.com 2015Buone notizie giungono anche alla sezione dell’Istituto zooprofillatico di Avezzano. Da una prima analisi necroscopica della carcassa di lupo rinvenuto nella giornata di venerdì i veterinari, in attesa degli esiti delle analisi tossicologiche, tendono ad  escludere che il decesso possa essere collegato a morte per avvelenamento. Infatti, sul lupo, più che adulto, sono state rinvenute 2 fratture di cui all’anca, che inducono ad ipotizzare una ridotta capacità predatoria dell’animale e lo stomaco vuoto. Sono state stabilizzate e migliorano di ora in ora le condizioni della piccola orsa che è affidata alle cure dello staff veterinario dell’Ente Parco. mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Morena: la piccola orsa del Pnalm cresce 15.09.2015

I misteri del Parco nazionale d’Abruzzo e le torbide vicende della storia recente 05.09.2015

Orso bruno marsicano. Da Sandrino a Morena la storia si ripete, nota di Franco Zuino 02.06.2015

Approfondimenti

Una decina di volpi morte, forse avvelenate. Si annuncia una strage nel Pnalm 24.03.2015

Avvelenamenti nel Parco

Una risposta a "Non c’è veleno dov’è stata trovata l’orsetta Morena, si cerca la mamma"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.