Skip to content

Pettorano banco di prova per le buone pratiche sull’Orso

Pettorano sul Gizio (Aq). Sarà presto banco di prova per le buone pratiche sull’Orso la comunità di Pettorano Sul Gizio e così tutto il territorio circostante che si prepara al gran passo. Potrebbe diventare una realtà, un esempio per gestire una problematica, quella dell’orso, che molte comunità montane presentano. A Pettorano soprattutto si punta alla convivenza con l’ingombrante, ma pacifico mammifero rendendo comunque la località montana inaccessibile al plantigrade e permettendogli così di spaziare in aree lontane, sino ad arrivare ai Parchi del Nord Italia indicandogli, con metodi e sistemi innocui, la retta via.

Aggiornamento

Orso morto a Pettorano sul Gizio Report-age.com 2014

Orso Biagio

Impallinato di spalle dopo le ripetute visite nei pollai del paese, settembre scorso, l’orso Biagio (il nome gli fu dato perché trovato agonizzante in località san Biagio), ha dato il la ad una serie di iniziative, proposte e dibattiti che si stanno svolgendo anche in queste settimane, questo è il vero cambiamento. Si propone un Tavolo tecnico con una forte componente sociale in cui discutere le azioni volte a risolvere un problema complesso che la semplificazione purtroppo acutizza, si pensa ad una Commissione amministrativa-tecnica e si prova ad imparare dagli errori dei progetti come il Life arctors. Gli orsi sono abitudinari e se non faticano a trovare da mangiare o imparano a trovare grandi quantità di cibo proteico nelle aree antropizzate accentuano questo loro comportamento, dunque potrebbero farsi di nuovo vivi, per questo l’azione di prevenzione a Pettorano che s’impegna ad evitare un’altro tragico incidente e non solo,le associazioni procedono per superare le difficoltà per i risarcimenti dei danni causati dai plantigradi che, fuori dal perimetro dei Parchi, è davvero difficile ottenere. Hanno già scritto al presidente della Regione Luciano D’Alfonso e sollecitato gli anti Parchi.

Pollaio razzolato dal cucciolo d'orso 17.09.2014

Pollaio razzolato da cucciolo d’orso a Pettorano sul Gizio

Le istituzioni centrali sono cronicamente assenti e così con una raccolta fondi, con quel poco che avevano a disposizioni, le associazioni Dalla Parte dell’Orso, Il Muretto, Salviamo l’Orso e la Riserva naturale del Genzana, è stato recuperato lo stretto necessario per dare un contributo ai danneggiati. Dal censimento dei pollai è risultato che ce ne sono 73 in paese, l’ultimo è stato messo su quest’anno, si è deciso di rendere queste fragili strutture inaccessibili all’orso affinché perda il vizio di andarci, però senza fargli alcun male. Dall’incontro dell’altra sera è emerso che la maggior parte del pollai sono abusivi, per 56 sono state già installate le recinzioni, per gli altri si sta provvedendo.

Incontro per parlare dell'orso Vallelarga Foto2 Trozzi Report-age.com 2015Chi è che ha l’incarico di gestire la presenza, da alcuni ritenuta ingombrante, dell’Orso Bruno marsicano, ma soprattutto perché l’orso si avvicina ai centri abitati, come evitare che torni a fare razzia di pollai e miele e ancora, qual è la distinzione tra orsi confidenti, condizionati e problematici?

Domande a cui ha dato esaurienti risposte l’esperto, invitato dall’associazione Dalla parte dell’Orso, con la preziosa collaborazione dell’associazione Il Muretto, la scorsa sera a Vallelarga dove si sono riuniti i cittadini del comune di Pettorano Sul Gizio e della frazioni per parlare di Orsi confidenti, quello di venerdì è stato il primo di una lunga serie di incontri volti a risolvere definitivamente il problema.

Incontro per parlare dell'orso Vallelarga Foto Trozzi Report-age.com 2015La sala era stracolma, a tarda ora, per seguire Paolo Ciucci, docente della Sapienza impegnato sul tema, sono stati numerosi gli interventi al dibattito di cittadini e rappresentanti di enti e istituzioni. E’ stato avviato un percorso importante per affrontare la gestione del problema dei confidenti con la partecipazione fondamentale dei cittadini e avviare le azioni per fare prevenzione, per creare un clima di condivisione nella gestione dei plantigradi di passaggio nell’area in vista della prossima estate. “La strada della informazione della conoscenza si sono rivelate insostituibili nell’avviare questo processo che contribuirà alla conservazione della specie creando condivisione e risolvendo i problemi dei cittadini – scrive in una nota l’associazione Dalla parte dell’orso – E’ emerso che manca il ruolo del Ministero e della Regione nel farsi carico, fuori delle aree protette, di questi preziosi plantigradi. Abbiamo deciso insieme altre iniziative a breve per approfondire aspetti specifici sulla prevenzione. Ed è emersa la voglia di  fare insieme”. Domenica 19 è in programma la potatura e ripulitura dei meli abbandonati nelle aree pedemontane da organizzare insieme alla Riserva regionale naturale del Genzana Alto Gizio ed in collaborazione con l’associazione Il Muretto di Vallelarga. Nel creare condizioni più favorevoli alla tutela dell’orso marsicano e delle altre specie protette, nel creare una maggiore sensibilità verso l’ambiente che ci circonda è importante il ruolo che queste associazioni rivestono con le sue utili iniziative: Festa del Letargo, raccolta fondi, incontri, campagne di sensibilizzazione. 

Aggiornamenti

Orso alle porte di Sulmona? Subito messe in campo le misure per proteggere 24.10.2015

Roccapia e Pettorano: comunità a prova di Orso bruno marsicano 31.08.2015

Noi con l’orso e la Regione Abruzzo non si sa! 30.04.2015

Approfondimenti

Orsi confidenti. Dalla Parte dell’Orso chiede di estendere la responsabilità del Parco oltre i confini 28.03.2015

Biagio è il nome dell’orso fucilato. Festa del Letargo in memoria 11.10.2014

Tutto o quasi.. sull’Orso Bruno

6 Comments »

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: