Processione venerdì santo: il Coro protesta ‘nel nome del Padre’

Sulmona (Aq). Anche il coro della processione del venerdì santo protesta. I cantori si mobiliterebbero non per i tagli della Spending review che hanno fatto della valle Peligna una valle di lacrime, esattamente si oppongono a quella parte del percorso della processione del venerdì santo che non risponde più alla tradizione quando con lo struscio, tipico cammino cadenzato del corteo funebre sulmonese, si segnava una simbolica croce passando lungo le vie del centro storico sulmonese, una croce che da qualche anno manca del segno principale quello in nome del Padre.  

Venerdì Santo report-age.com 2015Mentre il direttore sanitario della Asl annuncia di ritirare dal progetto del nuovo ospedale di Sulmona la realizzazione della sala parto che è così a rischio dopo la tumulazione del Punto nascite di Sulmona (Decreto commissariale 10 febbraio 2015), a Sulmona sembra che il coro si rifiuterà di cantare, il Miserere e altre tradizionali canzoni, per tutto il tratto della processione del Cristo morto che, da qualche anno a questa parte, è stato modificato su disposizione del vescovo Angelo Spina. In pieno centro storico, dalla chiesa Tomba e da qualche anno a questa parte, è un deserto la notte del venerdì santo al passaggio della processione. Le vere ragioni della protesta sarebbero altre, sarebbe determinate da una vera e propria situazione di tensione e di attrito che, anno dopo anno, avvelena gli animi delle autorità e delle istituzioni religiose locali, malumore non poco acuito. Alle ore 19 di questa sera, al palazzetto dello sport di via XX aprile, sembra che i rappresentanti del coro del Cristo Morto annunceranno le forme di protesta che attueranno venerdì sera, durante la processione, per contestare le decisioni degli amministratori dell’Arciconfraternita della Trinità.

Voci di corridoio riferiscono che quelli del coro vorrebbero restare in silenzio, per l’esattezza, per tutto il tratto di percorso che dagli archi della piazza del mercato porta sino a piazza Carmine, durante il giro al contrario dell’area della chiesa della Tomba. Insomma la tradizione popolare cambia per una decisione che non arriva dal basso e viene modificata cancellando il senso dato all’iniziativa popolare che, tra sacro e profano, rifletteva una sorta di via crucis, la via della croce. Per capire, il percorso della processione un tempo disegnava una simbolica croce che con le modifiche disposte dall’alto e rifiutate dal basso non è più tale, il tragitto della chiesa della Tomba, da circa 5 anni, si percorre al contrario e i cantori non sono d’accordo anche perché dopo le rettifiche lì non si ferma più nessuno ad attendere la processione e a guardare. Nella peggiore delle ipotesi il vescovo non li farà proprio cantare.  mariatrozzi77@gmail.com

Precisazioni 03.04.2015 sui rappresentanti del coro del venerdì santo di Marco Presutti

In merito agli articoli apparsi questa mattina, e anche nei giorni scorsi, su alcune testate giornalistiche di carta stampata e quotidiani on line, ci sentiamo in dovere di  smentire dichiarazioni che non ci appartengono e fare le seguenti doverose precisazioni:
1) Nessuno dei componenti del Coro del Venerdi Santo ha mai rivolto accuse a Sua Eccellenza Mons. Angelo Spina, nè il medesimo è stato coinvolto in alcun modo;
2) Nessuno ha mai minacciato forme di protesta per la mancata sosta dietro la Chiesa della Tomba;
3) E’ stata indirizzata esclusivamente una petizione, a firma di moltissimi componenti del coro stesso, al Direttivo dell’Arciconfraternita della Trinità, contenente alcune proposte tese al miglioramento della processione, prima fra tutte il ripristino del secolare percorso della medesima considerando che la discutibile decisione di cambiarlo ha portato nel corso degli anni a un progressivo abbandono dei fedeli in uno dei tratti più suggestivi;
4) Nessuno vuole il ripristino della sosta e del bivacco, come artificiosamente riportato;
5) Si precisa, infine, che il coro parteciperà come sempre con devozione e abnegazione alla processione, accompagnandola con il canto ed evitando che qualsiasi forma di partecipazione venga strumentalizzata in maniera arbitraria e per fini che non corrispondono alla volontà dei cantori.

Si chiede, pertanto, di riportare integralmente le suddette precisazioni. I coristi

Aggiornamenti

Coro ribelle: abbigliamento della Processione del Venerdì Santo da riconsegnare 07.05.2015

Altre notizie

I sindacati della Polizia penitenziaria per il Punto nascite di Sulmona, piovono adesione alla vertenza 03.04.2015

Punto nascite. No all’ospedale dell’Aquila come riferimento per il Centro Abruzzo 03.04.2015

Punto nascite? Lo paghiamo noi per 2 anni, l’alternativa di Rit alla chiusura del presidio 02.04.2015

Una risposta a "Processione venerdì santo: il Coro protesta ‘nel nome del Padre’"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.