Orsi confidenti. Dalla Parte dell’Orso: “Estendere la responsabilità del Parco oltre i confini”

Pettorano sul Gizio. Ciò che successo a settembre tra Pettorano sul Gizio e Roccapia ha dell’incredibile. Sembra proprio che gli orsi confidenti si siano orientati, da quelle parti, per un percorso che frena il languore allo stomaco, all’ora di cena, per una sentiero appetitoso che però può rivelarsi pieno d’insidie e pericoli, non solo per l’orso. Una strada dell’orso che purtroppo non è una inclusa nella fascia di protezione esterna del parco e così l’associazione Dalla Parte dell’Orso chiede Al Parco Majella Morrone misure di prevenzione e di risarcimento danni, causati dall’orso, anche in quelle aree dove l’ente per il momento non ha alcuna responsabilità come il territorio compreso fra Pettorano e Roccapia. Dopo ‘evento eccezionale che la scorsa estate ha portato all’uccisione di un orso e a messo in subbuglio intere località montane per la presenza di più ordìsi confidenti, l’associazione Dalla Parte dell’Orso chiede alle autorità del parco di garantire la conservazione degli orsi intervenendo sulla mitigazione dei conflitti.

Orso bruno marsicano cuccioli Report-age. com2015Il territorio di Pettorano sul Gizio è frequentato da più orsi confidenti che, lo scorso anno, per settimane gironzolarono tra le frazioni e la periferia della località montana destando preoccupazione e cagionando danni a pollai e colture pregiate. Tra malumori e paure purtroppo si è arrivati al punto che uno di questi orsi è stato ammazzato con una fucilata alle spalle. L’evento, del tutto eccezionale, ha interessato dei territori, l’intera valle del Gizio fino a Rocca Pia, fuori dalle aree parco e di Protezione esterna che non beneficiano purtroppo delle misure previste all’interno delle aree protette, sia per la gestione diretta della fauna selvatica, orso in testa, che per le misure di prevenzione e rimborso dei danni da fauna selvatica. Si è attivata comunque  una azione di reazione su vari fronti, capofila delle iniziative anche la Riserva naturale regionale del monte Genzana e dell’Alto Gizio che ha distribuito i recinti elettrificati e garantito il rimpiazzo di animali da cortile, con il contributo e la solidarietà di associazioni come Dalla Parte dell’Orso e Salviamo l’orso che, organizzando iniziative e raccolta fondi, hanno recuperato quanto necessario alla copertura di parte dei danni cagionati dal plantigrade. “Dalla Parte dell’Orso ha  organizzato col contributo di tutti la Festa del Letargo, per cambiare clima e cultura intorno alla presenza dell’orso – scrive l’associazione in una nota – Stiamo lavorando ad iniziative che contribuiscano a creare un clima di condivisione nella gestione degli orsi confidenti, in vista della prossima estate. Peppina, una degli orsi presenti nel territorio, è stata dotata di un nuovo radiocollare che consentirà un monitoraggio più accurato, ma molto ancora resta da fare. Crediamo che L’ente parco Majella Morrone, al di là delle azioni di coordinamento che già svolge con la Riserva, possa farsi carico di intervenire in questa realtà almeno sulle misure di prevenzione dei danni agli allevamenti e alle colture collegati all’attività dell’orso – conclude l’associazione – Pettorano e Rocca Pia sono comuni limitrofi e parzialmente inseriti nel parco che è privo di una Zona di Protezione Esterna che con tutta probabilità conterrebbe il territorio in oggetto. Chiediamo quindi, non un intervento sporadico, ma la definizione di un protocollo coi comuni di Pettorano e Rocca Pia, la Riserva del Genzana, la nostra associazione, per il contributo che ci è possibile dare, per affrontare strutturalmente il problema dei costi delle recinzioni elettrificate e del rimborso danni. Ne hanno bisogno gli orsi, ne hanno bisogno i cittadini”. mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimento

Salviamo l’orso: interrogazioni al Parlamento sull’area infetta da tubercolosi bovina nel Pnalm 10.03.2015

Orso ucciso a Pettorano, Wwf si costituisce parte civile 10.10.2014

Orso ucciso in Abruzzo: individuato il responsabile 09.09.2014

Orso morto a Pettorano: trovato un proiettile nell’intestino 18.09.2015

Dal Pnalm alla Majella la strada dell’Orso attraverso la Riserva Genzana 03.09.2015

Tutto sugli orsi di settembre 2014

7 risposte a "Orsi confidenti. Dalla Parte dell’Orso: “Estendere la responsabilità del Parco oltre i confini”"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.