Straripa il Sagittario tra Pratola Peligna e Sulmona strada chiusa

Pratola Peligna (Aq). Una ventina di chilometri lungo, il Sagittario scorre impetuoso soprattutto a causa delle piogge e del perdurare del maltempo e in questi ultimi tempi è stracarico di  fango, rami, fusti di alberi sradicati dalle violente raffiche di vento della sciabolata artica di due settimane fa e porta con sé molto altro ancora purtroppo. Così oggi, all’ennesimo scroscio di pioggia, all’altezza di Pratola Peligna il fiume è esondato, al chilometro 3 della provinciale 51, riversando le sue acque sulla strada verso Pratola, via di comunicazione che collega la città peligna a Sulmona, chiusa da questa mattina.

(Aggiornamento delle ore 20 la strada è stata riaperta)

Esondazione visuale dall'alto Report-age.com 2015Nel luogo dell’esondazione non ci sono abitazioni, dunque nessuna casa evacuata se non capanni di agricoltori finiti nell’acqua. Sul posto sono all’opera le squadre dei Vigili del fuoco e della Protezione civile di Sulmona che da ore procedono a mettere in sicurezza l’area e a tenere sotto controllo un’altra parte del fiume, con delle autobotti munite di  motori aspiranti una ditta del posto provvede ad assorbire, per quanto è possibile, l’acqua del Sagittario finita sulla carreggiata della provinciale per Pratola.

La poca manutenzione degli argini del fiume sembra abbia contribuito a peggiorare la situazione di un corso d’acqua che, a stento, riesce a contenersi tra argini sin troppo fragili e trascurati in questi decenni. Tracimando, il Sagittario si è trasformato in un lago all’altezza di Pratola. Da Sulmona verso la cittadina peligna, dopo il depuratore, il fiume ha praticamente inondato una curva a gomito e le campagne circostanti  dove qualche anno fa i terreni erano immersi nella vegetazione, pieni di alberi che si allungavano verso il cielo, tutti tagliati, perché alcuni erano crollati a terra ed uno era finito sulla carreggiata della provinciale. Decine di alberi sono stati rasi al suolo, in quel punto e per questioni di sicurezza, senza preoccuparsi però di procedere al rimboschimento che sul tratto fluviale è indispensabile per non subire calamità come questa. La strada che collega Pratola a Sulmona è stata chiusa. Innumerevoli fondi, molti abbandonati e solo alcuni coltivati, sono invasi dalle acque e dal fango. Non si registra alcun ferito, ma solo qualche disagio per la circolazione veicolare.

Il Sagittario nasce dal lago di Scanno e si unisce al fiume Aterno, verso Popoli (Pe) per formare il fiume Pescara (Aterno-Pescara), corre per circa 21 Km. Percorre alle origini, il Vallone La Foce. Costeggia in parte anche la strada statale 17 e attraversa la strada provinciale . Affluente di sinistra: rio Pezzana; di destra: fiume Gizio. mariatrozzi77@gmail.com

(Aggiornamento delle ore 20 la strada è stata riaperta)

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.