Chiusura dei 4 Punti nascita: entro 2 anni la posa della pietra tombale. Altra risoluzione in Regione della minoranza

Manifestazione contro chiusura Punto nascite Sulmona Foto Trozzi Report-age.com 2015
Foto Maria Trozzi

Pescara. Solo un intervento in extremis del governo, del ministero e del parlamento, può salvare i Punti nascita di Ortona (Ch), Atri (Te), Sulmona (Aq) e Penne (Pe) attualmente esistenti, ma agonizzanti e condannati a morte da tempo. Una proroga della politica entro l’11 aprile, improbabile, la politica che per il momento non ha nomi. Dall’altra parte il Presidente emerito della Regione abruzzo, Gianni Chiodi, che domani presenterà un’altra risoluzione in merito. Quando era commissario ad acta Chiodi non ha mai detto sì al Piano di chiusura dei Punti nascita abruzzesi, nonostante le innumerevoli sollecitazioni sul piano nazionali.

Punti nascita Ortona Report-age.com 2015C’è una fase di transizione  per la chiusura dei 4 Punti nascita abruzzesi, un biennio, perché va predisposto un Piano di adeguamento delle strutture che resteranno aperte e che dovranno accogliere gli utenti di quelle chiuse. Pescara è da un pezzo che si prepara a questo. Il Piano di adeguamento è di competenza dei 4 manager delle aziende sanitarie abruzzesi che sono chiamati a definire il cronoprogramma delle attività propedeutiche nel giro di 2 anni. Sono tempi stretti quelli che il commissario ad acta per la sanità abruzzese, Luciano D’Alfonso, impone col decreto n.10 dell’11 febbraio varando la chiusura dei 4 punti nascita abruzzesi, in attuazione del Piano di rientro del deficit sanitario al quale l’Abruzzo è sottoposto da anni. Il Piano dei tagli dei Punti nascita non era mai stato firmato dal precessore di D’Alfonso, Gianni Chiodi.

“Nella fase di razionalizzazione e riduzione progressiva dei punti nascita siano comunque garantite tutte le attività sanitarie pertinenti e necessarie per accompagnare in sicurezza e appropriatezza tutte le gravidanze sino al momento del parto che sarà assicurato presso il punto nascita di afferenza territoriale o di libera scelta della donna – scrive nel decreto dell’11 febbraio il governatore – Il Comitato percorso nascita regionale (Cpnr) in un’ottica di messa a punto delle azioni proposte, accompagni con il proprio supporto il processo di riorganizzazione/razionalizzazione dei punti nascita che dovrà essere completato nel biennio” riferimento, questo, all’organo collegiale di 25 componenti creato nel 2011 e rinnovato a fine 2014 per i prossimi 2 anni, formato da rappresentanti dei reparti di Ginecologia, Ostetricia, Neonatologia e Chirurgia pediatrica delle 4 Asl regionali.

Forza nuova striscione Punto nascita Sulmona Report-age.com 2015
Forza Nuova striscione Punti nascita

Gianni Chiodi, nella veste di consigliere regionale di Forza Italia presenta una risoluzione urgente da discutere domani in consiglio regionale per sospendere e ritirare il provvedimento di chiusura. Con quest’altra risoluzione sono due le iniziative messe in campo dall’opposizione in consiglio regionale per scongiurare la chiusura dei Punti nascita, la risoluzione presentata nell’assise regionale il 10 marzo è stata bocciata con 12 voti a favore e 14 contrari. Non si è saputo più nulla invece della iniziativa che la scorsa settimana si prometteva dai banchi della maggioranza, una risoluzione fantasma, dunque, a tutela dei Punti nascita. “Prima della chiusura è necessaria l’attivazione del servizio di trasporto per le emergenze neonatali (Sten) e del servizio di trasporto materno assistito (Stam) per la tutela della qualità della sicurezza della paziente e del nascituro, nonché il potenziamento strutturale e organizzativo dei reparti di ostetricia e ginecologia che resteranno attivi e si dovrà valorizzare ulteriormente il collegamento funzionale dei punti nascita e delle neonatologie con la rete regionale di emergenza per un miglior collegamento dell’ospedale con il territorio e che tali esigenze, malgrado da noi sottolineate nella precedente risoluzione discussa nella seduta di Consiglio regionale del 14.10.2014, sono rimaste fondamentalmente inevase” chiarisce Chiodi che fa anche riferimento a quelle azioni propedeutiche nel testo della nuova risoluzione.

Risponderà picche il governatore d’Abruzzo? “Ciascun direttore provveda a definire e a trasmettere all’organo commissariale, entro 60 giorni dalla comunicazione del presente provvedimento, il cronoprogramma per l’adeguamento strutturale e di personale dei punti nascita afferenti alla relativa unità sanitaria locale” indica nel decreto D’Alfonso perché si è deciso di demandare ai direttori generali delle unità sanitarie locali l’adozione dei provvedimenti connessi alla riorganizzazione dei Punti nascita. mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Occupato il Municipio, Ranalli e La Civita uniti per il Punto nascita Sulmona 27.03.2015

Ricorso al Tar di Comune e Fials, insieme, contro la chiusura del  Punto Nascita di Sulmona 24.03.2015

Approfondimenti

Punto nascita. Sulmona stai serena, ma il fascino d’alfonsiano non funziona sul Meetup Grillo  16.03.2015

Punti nascita. Nuova risoluzione in Regione, avanza l’ipotesi del day surgery sostitutivo 12.03.2015

Manifestazione a Sulmona a difesa del Punto nascite con Presidio permanente 12.03.2015

Punti nascita chiusi. Consolo della Regione a giochi fatti: tavolo tecnico e incontro col ministro Lorenzin 05.03.2015

4 risposte a "Chiusura dei 4 Punti nascita: entro 2 anni la posa della pietra tombale. Altra risoluzione in Regione della minoranza"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.