Wwf: “Tutelare il fratino sulle spiagge d’Abruzzo”

Fratino Report-age.com 2015
Fonte immagine

Abruzzo. L’urgenza è di limitare, al più presto, agli animali di affezione l’accesso nelle spiagge del fratino, specie particolarmente protetta. Per questo il Wwf rivolge un appello a tutti i comuni della costa abruzzese inviando una nota ai sindaci di Alba Adriatica, Casalbordino, Città Sant’Angelo, Fossacesia, Francavilla al Mare, Giulianova, Martinsicuro, Montesilvano, Ortona, Pescara, Pineto, Rocca San Giovanni, Roseto degli Abruzzi, San Salvo, San Vito Chietino, Silvi Marina, Torino di Sangro, Tortoreto e Vasto.

Nella lettera ai primi cittadini l’associazione ambientalista segnala l’urgenza di approvare entro marzo, il Fratino nidifica tra aprile e maggio,  un atto che, ai sensi dell’art. 1 della Legge regionale n. 19/2014, limiti l’accesso dei cani e più in generale agli animali da affezione sulle spiagge dove è stata riscontrata la presenza del Fratino (Charadrius alexandrinus).

“Si tratta di un provvedimento di particolare importanza poiché una delle cause del decremento di questa specie, particolarmente meritevole di protezione ai sensi della Direttiva 409/79/Cee “Uccelli”, è proprio la distruzione dei nidi posti sugli arenili da parte dei cani _ scrive il Wwf _ L’obiettivo è quello di contemperare l’interesse dei proprietari dei cani e di altri animali da affezione ad andare sulla spiaggia con l’interesse generale sulla tutela di una specie così importante” dichiara Luciano Di Tizio, delegato Abruzzo del Wwf Italia. “Sono anni che insieme ad altre associazioni e con l’Area marina protetta di Torre del Cerrano mettiamo in atto azioni di tutela e monitoraggio per questa specie. Attraverso semplici precauzioni possiamo salvaguardare uno degli uccelli simbolo del nostro litorale. Con la nostra lettera abbiamo anche ricordato ai sindaci di prestare grande attenzione ai lavori di pulizia delle spiagge, fornendo indicazioni al riguardo ai proprietari degli stabilimenti balneari: all’inizio della bella stagione vengono infatti distrutti decine di nidi di questi uccelli durante le azioni di pulizia delle spiagge condotte con mezzi meccanici. Negli ultimi anni la sensibilità sta fortunatamente aumentando e riusciamo a trovare forme di collaborazione con i proprietari degli stabilimenti balneari, ma c’è ancora molto da fare e tutti devono essere sensibilizzati”.

mariatrozzi77@gmail.com

Approfondimento

Il Fratino è un piccolo uccello che nidifica sulle spiagge europee. È un utile indicatore biologico delle condizioni degli  ambienti dunali anche per il litorale abruzzese. Nidificante nelle zone umide costiere e nei laghi salati interni di tutti i paesi Europei, fino alla Scandinavia meridionale e dell’Africa settentrionale. In Europa vi è stata una  consistente diminuzione. In Italia sono stimate 1600-2000 coppie in continua diminuzione. In Abruzzo la specie è presente come nidificante, migratore e  svernante, soprattutto nelle zone umide costiere. La specie è tutelata dall’Allegato 2 della Convenzione di Berna – Convenzione sulla conservazione della vita selvatica dell’ambiente naturale in Europa, inerente le specie faunistiche rigorosamente protette, dall’Allegato 2 della Convenzione di Bonn, Convenzione sulla conservazione delle specie migratorie appartenenti alla fauna selvatica, inerente le specie in cattivo stato di conservazione, dalla Direttiva CEE 79/409 “Uccelli” e dalla Legge Nazionale sulla Caccia 157/92 dove è inserita nell’Allegato 1 come specie particolarmente protetta (fonte).

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.