No Tav. La Parola Contraria di Erri de Luca da leggere su corso Ovidio per solidarietà

Sulmona (Aq). La lettura pubblica dell’ultima fatica letteraria di Erri de Luca sarà possibile anche in valle Peligna, così come il testo viene letto in diverse città italiane e in queste ultime settimane. Presto lo scrittore dovrà affrontare il tribunale torinese per alcuni episodi del Tav (treno ad alta velocità) e si vorrebbero legare all’artista, così anche Sulmona si mobilita e in un reading pubblico di solidarietà allo scrittore, da svolgere  su corso Ovidio sabato prossimo ore 11, il Write club Sulmona porta avanti le iniziative volte alla diffusione della letteratura e della cultura in senso ampio e al coinvolgimento della cittadinanza su temi rilevanti.

erri-de-lucaLo spunto per un Reading pubblico lungo corso Ovidio, si partirà dall’acquedotto medievale, arriva dall’attualità perché il prossimo 28 gennaio, a Torino, lo scrittore Erri De Luca andrà a processo per le sue dichiarazioni in merito ai lavori per la costruzione del Tav (Treno ad alta velocità) in val di Susa.
Secondo i pubblici ministeri torinesi Andrea Padalino e Antonio Rinaudo, lo scrittore avrebbe incitato il sabotaggio del Tav mediante l’uso delle parole «La Tav va sabotata. Le cesoie sono utili perché servono a tagliare le reti». Per la pubblica accusa si tratterebbe dunque di un giudizio finalizzato a condizionare l’agire di un altro.#iostoconerri Secondo gli avvocati difensori di Erri De Luca non esisterebbe un nesso tra le parole dello scrittore, rilasciate al quotidiano on line Huffington post e all’agenzia Ansa nel 2013 e le successive azioni di sabotaggio o danneggiamento ai danni dei cantieri dell’alta velocità. Per il gruppo di scrittori di Sulmona “Fa bene Erri De Luca quando afferma che, in questa vicenda, l’unico sabotaggio è quello che avviene contro il suo diritto di parola. Noi del Write Club Sulmona condividiamo a pieno quanto dice uno degli scrittori a noi più cari. L’Italia è l’unico Paese al mondo che processa uno scrittore per quanto dice o scrive, contraddice la propria storia e la propria cultura, oltre che l’articolo 21 della Costituzione: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione e che facciamo nostro. Riteniamo che la libertà di espressione sia un principio cardine del nostro paese, un valore della nostra società da tutelare, difendere e diffondere.È per questo motivo che abbiamo organizzato per sabato 24 gennaio nei pressi dell’acquedotto medievale dalle ore 11 alle ore 13 la lettura pubblica del pamhplet La parola contraria di Erri De Luca pubblicato da Feltrinelli la scorsa settimana a sostegno dello scrittore. Questo libro rappresenta una sorta di arringa difensiva che de Luca ha voluto pubblicare poco prima l’inizio del processo”.
L’iniziativa rientra nella campagna nazionale #iostoconerri che raggruppa le centinaia di letture pubbliche de La parola contraria che in questi giorni si stanno svolgendo in tutta Italia. Invitiamo pertanto gli organi di stampa e tutta la cittadinanza a sostenere Erri De Luca partecipando al nostro reading “armati” di un libro dello scrittore.

 

Una risposta a "No Tav. La Parola Contraria di Erri de Luca da leggere su corso Ovidio per solidarietà"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.