Salva, per ora, la Scuola di Polizia penitenziaria a Fonte D’Amore

Sulmona (Aq). Il ministero della giustizia s’impegna per la scuola di polizia penitenziaria di Sulmona e la salva, almeno per ora. Così gli amministratori comunali, provinciali e regionali, inclusa la Protezione civile, mettono in cantiere i progetti che, in linea di massima, nascono in questi giorni e rinfocolano la speranza di mantenere l’Istituto di formazione di Fonte D’Amore. Uno su tutti: l’elisuperficie. La struttura dovrebbe sorgere proprio nella scuola di Fonte D’Amore. Nulla osta dal Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e la Polizia penitenziaria garantirebbe la custodia dell’impianto rendendolo operativo H24, ossia senza soluzione di continuità, tutti i giorni e ad ogni ora. Agli enti che contribuiranno alla realizzazione dell’elisuperficie sarà garantita la disponibilità dell’area per il decollo e l’atterraggio degli elicotteri. 

Chiusura scuola fonte d'amore
Foto 2. Anno 2012 Piano soppressione eventuale di direzioni e Scuola di formazione Polizia penitenziaria

Tra l’entusiamo del sindaco di Sulmona, Giuseppe Ranalli, dei consiglieri comunali e del comandante Roberto Rovello che porta i saluti del dirigente Massimo di Rienzo,  a far tornare con i piedi per terra il gruppo, in conferenza stampa, è stato il segretario regionale del Sappe, Giuseppe Ninu. Quello del ministero della giustizia è un semplice impegno a mantenere la scuola, specifica il sindacalista. L’istituto solo per il momento è salvo, resterà in vita e andrà avanti con i suoi corsi. E’ in itinere infatti l’addestramento di 66 allievi del 169° corso che si concluderà a luglio, comincerà a marzo il 170° per una settantina di nuovi agenti che raramente poi vengono assegnati nel penitenziario sulmonese, nonostante il carcere di Alta sicurezza lamenti gravi carenze di organico, almeno a seguire i sit-in di protesta degli agenti di custodia. Sono in programma degli aggiornamenti per i poliziotti della penitenziaria di Lazio e Abruzzo impegnati nelle traduzioni e nei piantonamenti, saranno interessate circa 70 persone che, come molti non immaginano, fanno di Sulmona il loro punto di riferimento non solo per una passeggiata. Che la Scuola di formazione della Polizia penitenziaria abbia bisogno di maggiori certezze, per la sua sopravvivenza, lo dimostrano un direttore part time per il vicino carcere ad alta sicurezza, il suo nome è Sergio Romice, e un impegno ministeriale che non si concretizza in un decreto definitivo che metta in salvo l’istituto di formazione di Fonte D’Amore, nelle more della Spending review, ancora a rischio smantellamento e i pessimisti sono pronti a giurare che la situazione sarà precaria ancora per molto.

Annuncio del 2012 della Scuola di Polizia penitenziaria di Sulmona
Foto 1. Annuncio del 2012 della Scuola di Polizia penitenziaria di Sulmona

Il Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe) è l’unico a sottolineare il rischio permanente e ad essersi preoccupato della paventata soppressione della scuola alle falde del Morrone perché, nel 2012, ovvero in tempi non sospetti, già il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap) minacciava la soppressione degli istituti e che la scuola peligna risultasse nella lista nera, tra quelle da terminare, non è previsione da chiromanti o stregoneria da Medioevo. Così come dimostra la pagina estrapolata dall’archivio del sito poliziapenitenziaria.it (vedi foto).

Ninu, Ranalli, Rovello Foto Trozzi Report-age.com 2015
Ninu, Ranalli, Rovello Foto Trozzi

In Italia ci sarebbero 12 scuole per la formazione, 2 gli Istituti di pena per minori e 9 per la formazione e l’aggiornamento degli agenti della Polizia penitenziaria. Poi c’è l’istituto superiore per la formazione dei dirigenti e direttori del Dap. Così quando a settembre si è ricominciato a parlare di tagli e di spending review il sindacalista sulmonese del Sappe ha contattato il primo cittadino di Sulmona: “Attenzione altrimenti  facciamo la fine del Battaglione” e Ranalli, allertato, ha sensibilizzato alla questione la Regione Abruzzo. Sollecitato dalla vicenda il Presidente Luciano D’Alfonso è subito intervenuto e, avuto conferme, dall’amministrazione penitenziaria, sulla sopravvivenza della scuola di Fonte D’Amore, il governatore ha indirizzato una nota al comune di Sulmona con allegato l’impegno del Ministero a mantenere l’istituto di formazione peligno.

Personale impiegato. Nella Scuola di formazione e aggiornamento della Polizia Penitenziaria tra Polizia e comparto ministeriale sono impiegate 40 unità

Indotto. Tra imprese di pulizia e servizio mensa sono decine i lavoratori, soprattutto di Sulmona, che vengono impiegati nella struttura comunque a rischio, bisogna inoltre considerare il rientro economico prodotto dall’ospitalità che ogni 6 mesi si garantisce agli allievi e alle loro famiglie durante i giuramenti. Dal Sappe l’invito a non abbassare la guardia. 

mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Elisuperficie. Il Dap fa marcia indietro e non autorizza la posa della prima pietra nella scuola di Fonte D’Amore 21.02.2015

Elisuperficie, rinviata la presentazione del progetto 18.02.2015

Pronto il progetto dell’Elisuperficie, il 20 febbraio alla scuola di Polizia Penitenziaria 11.02.2015

Archivio

Scomunica mafiosi. Niente messa per 60 detenuti a Sulmona, protesta delle coscienze 22.8.2014

Al carcere di Lanciano protesta sospesa : il neo provveditore vuole affrontare i problemi 14.09.2014

Terzo giorno di sospensione mensa: la polizia penitenziaria di Lanciano tiene duro 21.08.2014

Salvato detenuto suicida, a Padova altro poliziotto Penitenziaria morto suicida 07.05.2014

3 risposte a "Salva, per ora, la Scuola di Polizia penitenziaria a Fonte D’Amore"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.