Bomba da mortaio fatta brillare a Monte Ruzza

Filetto (frazione di L’Aquila). E’ pieno di sorprese monte Ruzza e non finisce mai di stupire, tanto da passare alla storia. L’ultima, dopo la discarica ventennale di copertoni, vecchia questione che non è una novità, è la bomba da mortaio, forse a ricordo della seconda guerra mondiale, rimasta inesplosa tra i campi arati da più di un mesetto. L’ordigno potrebbe anche essere stato cavato dai trattori in azione, ma l’aratura autunnale da quelle parti dovrebbe essere finita da un pezzo e le gelate poi non aiutano. Qualcuno voleva disfarsi del caratteristico cimelio?

Aggiornamento

Discarica pnematici copertone selvaggio monte Ruzza Foto2 Rossano Soldati Report-age.com 2014Difficile rispondere se si parla di monte Ruzza dove il silenzio tiene banco non solo per la discarica di pneumatici che da 20 anni fa da biglietto da visita del Parco nazionale Gran Sasso Monti della Laga, ma soprattutto per la bomba trovata da un cacciatore venerdì scorso. Alla vista del vecchio ordigno l’uomo ha subito informato i carabinieri. Con un sopralluogo nell’area, ad appena 700 metri dalla discarica di pneumatici, i militari dell’Arma hanno accertato la presenza della bomba da mortaio con gli agenti del Corpo forestale dello Stato, qualcuno di loro si sarà accorto anche della discarica di pneumatici lì vicino? A far brillare la bomba sarebbero stati gli artificieri dell’Esercito lunedì. Durante le operazioni per rendere innocuo l’ordigno, passato di moda 70 anni fa e recuperato in mezzo ai campi, sembra che l’ambulanza di appoggio ai militari sia rimasta impantanata o comunque abbia avuto dei problemi a causa della strada dissestata.

Monte Ruzza e Filetto, l'origine della bomba da mortaio. Nel settembre 1943 le truppe tedesche erano dislocate su tutto l’aquilano e anche sulla montagna di Filetto a quota 1400 metri. Il loro compito nella zona era catturare soldati inglesi rifugiati da quelle parti e contrastare con ogni mezzo i partigiani nascosti in montagna. Era la prima fase dell'occupazione tedesca del territorio seguita al proclama di armistizio del maresciallo Pietro Badoglio dell'8 settembre 1943, siglato segretamente a Cassibile (Siracusa - Sicilia) il 3 settembre e reso noto 5 giorni dopo con l'annuncio dell'entrata in vigore dell'armistizio con gli alleati trasmesso dai microfoni dell'Eiar (Ente italiano per le audizioni radiofoniche). La radio fu chiusa nel 1944 e riaperta nell'Italia liberata con la denominazione di Radio audizioni italiane che nel 1954 divenne anche operatore televisivo con la denominazione di Rai Radiotelevisione Italiana (Rai).
Discarica pneumatici monte Ruzza Foto2 Rossano Soldati Report-age.com 2014
Discarica pneumatici monte Ruzza Foto Rossano Soldati

Discarica di pneumatici di Monte Ruzza. Nell’area che sovrasta Filetto, frazione di L’Aquila, oltre 100 copertoni in pessime condizioni restano ammucchiati da circa 20 anni e non si riesce a capire perché quei rifiuti speciali restino lì a marcire, nonostante diverse segnalazioni e denunce. Perché nessuno ha disposto per una bonifica dell’area e la rimozione del mucchio di materiale inquinante che giace da decenni in un’area di pregio in cui la gran parte dei frutti ricavati dalla terra sono a marchio Dop (Di origine protetta)?

mariatrozzi77@gmail.com

Aggiornamenti

Seconda bomba da mortaio a Monte Ruzza in un mese. Interviene la Polizia 14.12.2014

Approfondimento

Monte Ruzza copertone selvaggio tra le coltivazioni del Parco nazionale del Gran Sasso 07.11.2014

3 risposte a "Bomba da mortaio fatta brillare a Monte Ruzza"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.