Halloween. The day after: segnacci sull’Aquedotto e fontana del Vecchio

Sulmona (Aq). Non sono semplici muri, ma sono i simboli della nostra civiltà e della città che ha dato i natali al poeta latino Ovidio Nasone e a giuristi come Giuseppe Capograssi, tanto per citarne alcuni, rappresentano la vita e il passato. 

Una città che ha segnato la storia non può finire in questo modo perché la pietra di quei monumenti (la fontana del Vecchio, o anche del Capitano – 1474 – e l’Acquedotto medioevale – 1256) è la nostra eredità, la nostra salvezza e non possiamo giocarcela in questa maniera, in base agli umori e alle situazioni di tensione, questo dovremmo trasmettere ai nostri figli. Anche ieri, 31 ottobre, si è consumata in modo alquanto singolare, per qualcuno, la notte di Halloween e la festa si è conclusa all’attacco di due monumenti già presi di mira dai vandali, in pieno centro storico, su corso Ovidio. A farne le spese le nostre opere monumentali, le meno difese e le più attaccabili da chi non riesce a capire, ad amare e nemmeno ad apprezzare. 

mariatrozzi77@gmail.com

Questa presentazione richiede JavaScript.

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.