Ancora giallo a Vittorito per gli incendi dolosi al pastore

Vittorito (Aq). Non aveva e non ha soci Vincenzo Santilli, l’allevatore cui ha preso fuoco, per la seconda volta, la stalla. L’uomo è riuscito a mettere in salvo il bestiame e le circa 60 pecore scampate alle fiamme sono state portate in una stalla di un lontano parente, solo una è stata persa nel rogo. L’estate scorsa si incendiò anche la roulotte che l’uomo usava come spogliatoio e che fino a poco tempo prima era adibita ad abitazione del pastore 58enne di Vittorito. A qualche annetto fa risale invece divampò il primo incendio nel ricovero anche in quel caso furono ingenti i danni e a quanto pare il pastore non ha alcuna assicurazione.

Stalla Vincenco Santilli, Vittorito (Aq) Foto2 Maria Trozzi Report-age.com 26.10.2014
Ciò che rimane della stalla

I primi mesi d’estate il sindaco del comune di Vittorito, Carmine Presutti, era riuscito ad assegnare a Santilli un alloggio, una casa parcheggio, e forse anche per questa ragione il 58enne è scampato all’altro rogo. Se si fosse trovato nella roulotte al momento dell’incendio sarebbe sicuramente finita male per lui. Pochi vizi per il 58enne che fuma sigarette, ma non frequenta bar e ha pochissimi amici. Questa volta non è rimasto nulla della sua proprietà, a parte le pecore sopravvissute, il fazzoletto di terra di sua proprietà ora assomiglia ad un ginepraio di lamiere arrugginite, paglia bruciacchiata e tronchi fumanti. Solo lamiere e cenere nella sua campagna e qualche animale che si lamenta a breve distanza, probabilmente un maiale. Domenica un focolaio insisteva sull’appezzamento di terra dell’uomo, nonostante l’incendio fosse stato appiccato mercoledì e sono ancora forti l’odore di bruciato e la puzza di fumo. A qualche decina di metri di distanza dal frantoio, attiguo alla stradina, oltre alla stalla di Santilli c’è un orto coltivato con tanto di cane mansueto a fare la guardia, l’animale assiste spiazzato e silenzioso al traffico di veicoli e mezzi che in questi giorni si sono fatti davvero numerosi. Dopo l’incendio della stalla è stato necessario un intervento di bonifica da amianto per l’area, le operazioni sono state eseguite da una ditta del luogo, all’ingresso del ricovero sono stati affissi tanto di cartelli d’avviso e non mancano i nastri che sigillano il posto interessato dall’ultimo incendio doloso su cui indagano i carabinieri di Sulmona(Aq). Chi avrebbe interesse a fare del male al 58enne che, a quanto pare, è davvero un uomo semplice e non crea problemi se non a se stesso. La mano di un piromane? Qualche debito in sospeso? Un dispetto? La vicenda resta avvolta dal mistero. In passato Vincenzo Santilli ha lavorato come elettrotecnico e da quel che dicono era anche abbastanza bravo nel suo lavoro. Il padre però lo ha costretto, a quanto pare, a portare avanti la poverissima azienda di famiglia, un centinaio di pecore da pascolare con i risultati che sono oggi sotto gli occhi di tutti.

mariatrozzi77@gmail.com

Misteriosi incendi dolosi a Vittorito a “dispetto” di un mite pastore 24.10.2014

Una risposta a "Ancora giallo a Vittorito per gli incendi dolosi al pastore"

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.