Giovani europei a Torino di Sangro per studiare i “lavori verdi”

Torino di Sangro (Ch). Lecceta di Torino di Sangro e Arci Chieti promuovono le buone prassi della Costa dei Trabocchi e per i lavori verdi arrivano giovani da tutta Europa.

Lecceta di Torino di sangro, partecipanti visita studio Report-age.com 2014
Lecceta Torino di Sangro, partecipanti studio

Sono arrivati sabato e resteranno fino al prossimo 25 ottobre per una visita di studio, organizzata dall’Arci officine culturali di Chieti, all’interno del network Ora, sono 30 responsabili di associazioni, youth leaders (giovani animatori), operatori giovanili, educatori provenienti da Italia, Portogallo, Spagna, Belgio, Germania, Regno Unito, Romania, Bulgaria, Serbia, Bosnia Erzegovina, Macedonia e Albania. Il progetto, “O.R.A.: sustainability and green jobs“, finanziato dal Programma Europeo Erasmus+ tramite l’Agenzia Nazionale Giovani che ha come partner locali la Riserva Regionale Lecceta di Torino di Sangro e il supporto e il patrocino del Comune di Torino di Sangro e della cooperativa Terracoste, è volto a far conoscere e studiare attività, imprenditoriali e non, considerate buone prassi in grado di svilupparsi trovando e perseguendo l’equilibrio tra protezione e valorizzazione del territorio e creazione di opportunità occupazionale tramite i così detti lavori verdi (green jobs, lavori verdi). Dopo una prima fase di conoscenza ed elaborazione sulla tematica dei green jobs, con particolare riferimento alle opportunità per i giovani e specialmente per coloro che provengono da condizioni di esclusione e marginalizzazione, i partecipanti hanno iniziato ieri a visitare i buoni esempi che il territorio della Val di Sangro e della Costa dei Trabocchi: la Riserva Naturale Regionale “Lecceta di Torino di Sangro”, alcuni produttori e agricoltori locali, i trabocchi, produttori di vino e di olio, oltre ad una escursione che li vedrà scoprire le caratteristiche del progetto del percorso ciclo-pedonale della Linea Gustav – Winter Line e della Via Verde. Al termine delle visite, i partecipanti rifletteranno su come trasferire le buone prassi della Val di Sangro e della Costa dei Trabocchi nei loro rispettivi territori. “Il nostro impegno come Riserva è anche quello di fornire supporto a quelle realtà locali che meritano visibilità poiché hanno avuto il coraggio e la lungimiranza di perseguire una via che coniuga il generare reddito con l’equità sociale e l’attenzione all’ambiente e alla tutela della biodiversitàdichiara Andrea Natale, Direttore della Lecceta di Torino di Sangro – è importante sottolineare l’interesse dei partecipanti al capire realtà che da noi non solo non sono conosciute e valorizzate quanto meritano ma a volte sono considerate come “strane” se non osteggiate. Il ruolo delle Riserve – continua Natale – nel tempo si è evoluto e con le giuste motivazioni e disponibilità finanziarie potremmo assolvere meglio anche  questa funzione di stimolo dell’imprenditoria sostenibile locale, ma la Regione Abruzzo dovrebbe coinvolgerci di più nella costruzione delle strategie territoriali legate alla programmazione dei fondi europei e garantirci certezza dei fondi ordinari, invece di pensare a tagliare senza ragionare prima su quali e quante siano le funzioni alle quali le riserve assolvono nel territorio di riferimento grazie a quei fondi che annualmente equivalgono a quanto spenderebbero gli abruzzesi in un giorno per un cappuccino”. Il progetto vede coinvolti organizzazioni europee che hanno recentemente costituito un network europeo denominato Ora (Observe rethink act, Osserva ripensando l’azione) di cui sia l’Arci di Chieti che la Cooperativa Terracoste fanno parte. Il network Ora intende proprio realizzare attività di conoscenza, studio, informazione e formazione su come lo Sviluppo Sostenibile possa rappresentare una grande chance di crescita, inclusione e dinamizzazione per i giovani europei. L’Abruzzo e la Val di Sangro in particolare, certamente rappresentano un valido esempio da conoscere, approfondire e promuovere”.

mariatrozzi77@gmail.com

Ask yourself if it is really necessary..

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.